Sport e movimento

Avventura sì, ma con giudizio

Pubblicità

Alcuni semplici passaggi possono ridurre il pericolo quando ci si avventura in grandi spazi aperti, dice un esperto.

“Conoscere i tuoi limiti, non cercare di fare troppo, sapere dove stai andando e cosa potresti incontrare lì ed essere consapevole dell’ambiente in cui ti trovi sono i modi migliori per evitare i problemi all’aperto”, ha detto il dottor Henderson McGinnis, un esperto di medicina tropicale al Winston-Salem, NC

“Fare un po ‘di preparazione prima di andare ed avere buon senso mentre sei là fuori può fare la differenza”, ha aggiunto.

Pubblicità

McGinnis è professore associato di medicina d’urgenza presso il Wake Forest Baptist Medical Center, dove è anche direttore medico del servizio di trasporto di emergenza AirCare.

Ecco i suoi migliori consigli sulla sicurezza nelle aree selvagge:

  • Non contare sul tuo cellulare. “Potresti non avere il servizio di telefonia mobile nei boschi, anche in luoghi vicini a zone popolate”, ha avvertito.
  • Evita di bere da corsi d’acqua e fiumi. L’acqua può sembrare pulita, ma potrebbe contenere rifiuti di origine animale o altri inquinanti. “Hai la tua fonte d’acqua o un modo per purificare l’acqua”, ha detto.
  • Abbigliamenti adeguati sono indispensabili. “Dovresti indossare almeno una sorta di scarpa di supporto, sia che si tratti di una scarpa da trail running o di uno scarpone da trekking, ma sicuramente non dovrai indossare infradito o qualcosa che non fornisce trazione o sostegno”, ha affermato McGinnis. Scegli vestiti comodi che ti proteggano dal sole, dalla pioggia e dagli insetti.

Quanto ti porti dipende da cosa stai facendo e dove stai andando. Porta sempre con te acqua e uno spuntino, anche con brevi uscite. Ma se stai uscendo per una mezza giornata o meno, puoi applicare la crema solare e il repellente per insetti a casa e lasciarti i contenitori dietro, ha detto McGinnis.

“Se esci per più di un paio d’ore prendi un piccolo zaino o marsupio e forse una giacca soft shell o un altro strato di vestiti, e sicuramente un cappello e occhiali da sole in questo periodo dell’anno”, ha detto . “In più abbastanza cibo e acqua se stai fuori a lungo.”

Quando si tratta di attrezzature di primo soccorso, McGinnis porta spesso un “sacchetto boo-boo”. È una busta di plastica di dimensioni di un astuccio con bende, del nastro adesivo, un tubetto di unguento antibiotico e un paio di strisce sterili per chiudere piccole ferite.

“Durante un viaggio più lungo prendere una pinzetta o un multiutensile, salviette per neonati, una saponetta tipo hotel, un gel disinfettante per le mani e una stecca SAM, che è un sottile pezzo di alluminio con rivestimento in schiuma con la quale puoi fare milioni di cose”, ha detto McGinnis.

Nel complesso, la chiave è “avere un po ‘di lungimiranza per pianificare ciò che si potrebbe incontrare”, ha detto.

Categorie:Sport e movimento

Con tag:,,