Donne e diabete

Il diabete gestazionale può predisporre a sintomi di depressione postpartum

Le madri con diagnosi di diabete mellito gestazionale (GDM) hanno un rischio elevato di sviluppare sintomi di depressione postpartum, secondo un nuovo studio finlandese.

Il diabete mellito gestazionale si riferisce al metabolismo del glucosio alterato durante la gravidanza. Spesso, le madri con GDM hanno livelli di glucosio nel sangue troppo alti e questo aumenta il rischio di vari effetti avversi sul feto. Inoltre, la GDM aumenta il rischio della madre di sviluppare il diabete di tipo 2 più tardi nella vita.

I sintomi della depressione postpartum sono presenti nel 10-15% delle madri dopo il parto. Lo studio recentemente pubblicato ha utilizzato la Scala di Depressione Postnatale di Edimburgo per valutare i sintomi della depressione durante il terzo trimestre di gravidanza e otto settimane dopo il parto.

I sintomi della depressione postpartum sono stati osservati nel 16% delle madri con diagnosi di GDM e in circa il 9% delle madri senza GDM. I ricercatori hanno utilizzato metodi statistici nel regolare i risultati per altri fattori che contribuiscono al rischio di GDM e sintomi di depressione postpartum, come l’età della madre al parto, l’indice di massa corporea e sintomi di depressione vissuti durante la gravidanza. I risultati sono stati riportati sul Journal of Affective Disorders.

Condotto dall’Università della Finlandia orientale, dall’università di Helsinki, dall’ospedale universitario di Kuopio e dall’Istituto nazionale finlandese per la salute e il benessere, lo studio ha riunito i dati della coorte di nascita di Kuopio, che è un follow-up continuo di donne dall’inizio della loro gravidanza. Complessivamente, sono state selezionate per lo studio 1.066 madri senza precedenti problemi di salute mentale.

“I meccanismi psicologici possono parzialmente spiegare l’associazione osservata tra GDM e sintomi di depressione postpartum”, afferma la dottoressa Aleksi Ruohomäki, primo autore dello studio. “Essere diagnosticati durante una gravidanza con una malattia che potrebbe danneggiare il feto può essere un’esperienza stressante, che può predisporre ai sintomi della depressione.”

“Inoltre, i meccanismi fisiologici possono anche contribuire a questa associazione”, aggiunge il dott. Soili Lehto, capogruppo della sezione benessere mentale di Kuopio Birth Cohort. “Il metabolismo del glucosio alterato può aumentare l’infiammazione con un basso livello di citochina, la quale è anche stata associata alla depressione. Gli studi precedenti hanno anche dimostrato che il diabete di tipo 2 predispone alla depressione e la depressione al diabete di tipo 2”.

Le prove della ricerca sono scarse per quanto riguarda i possibili effetti della GDM sui sintomi della depressione postpartum e il nuovo studio finlandese rappresenta un contributo importante a questa area emergente della ricerca scientifica.