Equilibrio

Perdere solo sei ore di sonno potrebbe aumentare il rischio di diabete tipo 2

La privazione del sonno altera il metabolismo epatico e il contenuto di grassi.

Perdere una notte di sonno può influenzare la capacità del fegato di produrre glucosio e processare l’insulina, aumentando il rischio di malattie metaboliche come la steatosi epatica (fegato grasso) e il diabete di tipo 2. I risultati dello studio sultopo sono pubblicati sull’American Journal of Physiology – Endocrinology and Metabolism . La ricerca è stata scelta come articolo di selezione APS per settembre.

La privazione del sonno è stata associata a mangiare di più, a muoversi meno e ad avere un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2. Tuttavia, un team di ricercatori della Toho University Graduate School of Medicine in Giappone, ha spiegato: “Non era chiaro se l’intolleranza al glucosio fosse dovuta ai cambiamenti nell’assunzione di cibo o nel dispendio energetico o alla stessa privazione del sonno”.

I ricercatori hanno studiato due gruppi di topi: un gruppo è stato tenuto sveglio per sei ore ogni notte (“privazione del sonno”), mentre al gruppo di controllo è stato permesso di dormire a piacimento. Il gruppo di ricerca ha offerto illimitate quantità di cibo ad alto contenuto di grassi e acqua zuccherata – imitando le scelte alimentari legate allo stile di vita che le persone fanno – a entrambi i gruppi prima dello studio. Durante il periodo di sonno / veglia, gli animali avevano limitate opportunità di attività fisica.

I ricercatori hanno misurato i livelli di glucosio e il contenuto di grasso del fegato immediatamente dopo il periodo di prova. I livelli di glicemia erano significativamente più alti nel gruppo di privazione del sonno rispetto ai controlli dopo una sessione di sei ore di veglia. Anche i livelli di trigliceridi (grassi) e la produzione di glucosio nel fegato sono aumentati nel gruppo di privazione del sonno dopo un singolo periodo di veglia. I trigliceridi epatici elevati sono associati all’insulino resistenza o all’incapacità del corpo di trattare correttamente l’insulina. Inoltre, la mancanza di sonno ha cambiato l’espressione degli enzimi che regolano il metabolismo nel fegato sul gruppo in privazione del sonno. Questi risultati suggeriscono che “studi di intervento progettati per prevenire la steatosi epatica indotta da deprivazione di sonno e la resistenza all’insulina dovrebbero essere eseguiti in futuro”, hanno scritto i ricercatori.

Categorie:Equilibrio

Con tag:,