Donne e diabete

Dieta ad alto contenuto di glutine in gravidanza legata ad un aumentato rischio di diabete nei bambini

Un’alta assunzione di glutine da parte delle madri durante la gravidanza è associata ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 1, suggerisce uno studio pubblicato oggi da The BMJ.

Tuttavia, i ricercatori dicono che sono necessari ulteriori studi per confermare o escludere questi risultati prima che eventuali modifiche alle raccomandazioni dietetiche potrebbero essere giustificate.
Il glutine è un nome generico per le proteine che si trovano nel grano, nella segale e nell’orzo e si suggerisce influenzino lo sviluppo del diabete di tipo 1. Negli studi su animali, una dieta priva di glutine durante la gravidanza ha quasi completamente impedito il diabete di tipo 1 nella prole, ma nessuno studio di intervento è stato intrapreso in donne in gravidanza .
Per comprendere meglio la natura di questa associazione, i ricercatori guidati da Julie Antvorskov presso il Bartholin Institute in Danimarca in collaborazione con i ricercatori dell’Istituto statale del  Siero di Danimarca, hanno deciso di esaminare se l’assunzione di glutine durante la gravidanza è associata al rischio successivo di diabete di tipo 1 nei bambini .
Hanno analizzato i dati di 63.529 donne incinte arruolate nella National Birth Cohort danese tra gennaio 1996 e ottobre 2002.
Le donne hanno riferito la loro dieta utilizzando un questionario sulla frequenza degli alimenti alla settimana numero 25 di gravidanza e le informazioni sul diabete di tipo 1 nei loro bambini sono state ottenute attraverso il Registro danese per il diabete infantile e dell’adolescenza.
L’assunzione media di glutine è stata di 13 g / die, da meno di 7 g / die a più di 20 g / die, e i ricercatori hanno identificato 247 casi di diabete di tipo 1 (una percentuale dello 0,37%) tra i bambini delle partecipanti.
Dopo aver tenuto conto di fattori potenzialmente influenti, come l’età, il peso (BMI), l’apporto energetico totale e il fumo durante la gravidanza, hanno scoperto che il rischio di diabete di tipo 1 del bambino aumenta in proporzione all’assunzione di glutine della madre durante la gravidanza (per 10 g / giorno aumento).
Ad esempio, i bambini di donne con il più alto apporto di glutine (20 g / die o più) rispetto a quelle con il più basso apporto di glutine (meno di 7 g / die) avevano il doppio del rischio di sviluppare il diabete di tipo 1 in un periodo medio di follow-up di 15,6 anni.
Questo è uno studio osservazionale, quindi non si possono trarre conclusioni definitive su causa ed effetto. Tuttavia, i ricercatori dicono che si trattava di uno studio di alta qualità con una grande dimensione del campione e che erano in grado di adattarsi a una serie di fattori i quali avrebbero potuto influire sui risultati.
I meccanismi che potrebbero spiegare questa associazione non sono noti, ma è possibile includere una maggiore infiammazione o permeabilità intestinale (le cosiddette fughe nell’intestino), scrivono. Tuttavia, sono necessarie ulteriori prove prima che le modifiche alle raccomandazioni dietetiche possano essere giustificate, concludono.
In un editoriale collegato, i ricercatori dell’Istituto nazionale per la salute e il benessere in Finlandia, dicono che sono necessari ulteriori studi “per identificare se l’associazione proposta è realmente guidata dal glutine o da qualcos’altro nei cereali o nella dieta”.
Gli autori concordano sul fatto che sia troppo presto per modificare le raccomandazioni dietetiche sull’assunzione di glutine in gravidanza , ma i medici, i ricercatori e il pubblico dovrebbero essere consapevoli della possibilità che il consumo di grandi quantità di glutine possa essere associato ad un aumentato rischio per il bambino sviluppare il diabete di tipo 1 e ulteriori studi sono necessari per confermare o escludere questi risultati e per esplorare possibili meccanismi sottostanti “.

Pubblicità e progresso