Mangiare

Come avvicinarsi al box per il pranzo a scuola di tuo figlio

È meno probabile che un pasto salutare venga gettato a favore dei distributori automatici se i bambini, grandi e piccoli, riescono a pianificare il cibo insieme ai loro genitori, afferma un esperto in nutrizione dell’Università della Alberta.

“Qualunque sia la loro età, li coinvolge davvero nel processo e consente loro di prendere le decisioni”, ha detto Valentine, un dietista registrata presso la Facoltà di Scienze Agrarie, Vita e Ambiente. “Può essere facile entrare in lotte di potere sul cibo, ma non possiamo renderlo un problema di controllo”.

Lungo la strada, i genitori possono passare lungo strumenti decisionali, come usare l’80% del 80% delle volte in buona salute e indulgere l’altro 20%.

“Stai ponendo le basi nelle abitudini alimentari per il resto della loro vita, è difficile da imparare da adulto, ma se lo impari da ragazzo, la gestione del peso e un’alimentazione sana diventano più facili da adulti”, ha detto.

Per i giovani, imposta alcuni limiti, ma guidali verso scelte sane, come lasciare che scelgano un oggetto da ciascuno dei gruppi di cibo da preparare a pranzo.

“In questo modo, si sentono come se avessero fatto la scelta.”

Nutrire gli adolescenti, tuttavia, è una sfida diversa.

“Sono più indipendenti e quindi stanno facendo scelte alimentari da soli, e sono anche influenzati dai loro coetanei, stanno cercando di capire cosa dovrebbero mangiare”, ha detto.

Per farli desiderare i pranzi fatti in casa al posto di patatine fritte, includere i bambini più grandi nella pianificazione e fare la spesa per la settimana. Non solo hanno voce in capitolo in quello che vogliono, ma stanno anche imparando a fare shopping quando alla fine escono di casa.

“Stai davvero dando loro le capacità per prepararsi quando sono da soli, è una possibilità di mostragli come spendere e leggere le etichette dei prodotti alimentari”, ha spiegato Valentine.

I genitori possono anche dare l’esempio confezionando pranzi salutari per se stessi e incoraggiando i pasti consumati seduti per la famiglia. “L’accento non è tanto sulla quantità che stai mangiando, ma sull’esperienza e la gioia di mangiare con amici e familiari.”

E se un pranzo non consumato viene a casa, i genitori non dovrebbero vederlo come un rifiuto, ha detto.

“È una buona opportunità per comunicare e cambiare le cose. Parla ai tuoi figli di cosa puoi fare per assicurarti che ricevano cibi sani durante il pranzo”.

Quattro elementi dovrebbero entrare in ogni contenitore per il pranzo, afferma Valentine: varietà, moderazione, equilibrio e opzioni.

Varietà

Le scelte sono quasi infinite: hummus o salsa con bastoncini vegetariani, cracker integrali e formaggio, uva, souvlaki, fette di mela con granella di cannella, uova sode affettate, bastoncini di cocomero, persino mini muffin fatti in casa o pane alla banana .

Anche i tramezzini divertenti a forma di biscotto sono popolari e non devono essere tutti di pane bianco. “Prova il pane integrale, la tortilla o le conchiglie di pita con insalata di tonno, salmone o uovo”, ha detto Valentine. Anche gli avanzi di cena e gli alimenti per la colazione come il toast alla francese o le strisce di waffle con salsa allo yogurt rendono gustosi e divertenti i pranzi.

Moderazione

Va bene indulgere a volte confezionando un trattamento meno nutriente come una barretta di cereali o un biscotto fatto in casa purché non superi il 20% del pasto, ha dichiarato Valentine.

Equilibrio

I bambini e gli adolescenti hanno bisogno di una dieta fortificata con importanti sostanze nutritive come ferro per lo sviluppo della retina e del cervello e calcio per la crescita delle ossa, quindi imballare gli elementi di ciascuno dei gruppi di alimenti descritti nella Guida alimentare canadese con: frutta e verdura, cereali, latte o prodotti caseari, e carne o alternative.

E non dimenticare gli spuntini, dice Valentine, che suggerisce una manciata di uva o una mezza tazza di yogurt per i più piccoli.

Buoni alcuni tipi di snack specialmente durante il periodo degli esami per i bambini più grandi, che includono abbinamenti come formaggio a pasta filata e una manciata di mandorle, salatini morbidi e hummus, burro di arachidi e una mela, o popcorn mescolato con noci e frutta secca.

Opzioni

Per evitare l’affaticamento alimentare, “Offri ai bambini un paio di opzioni quando servi uno spuntino o un pranzo così come quando pianifichi i pasti”, suggerìsce Valentine. “Offri due tipi di verdure, come le carote e i broccoli, contro uno, per renderlo più interessante.”

Categorie:Mangiare

Con tag:,