Ricerca

L’esercizio potrebbe ritardare la progressione del diabete di tipo 1 alla prima diagnosi (esordio in età adulta)

I risultati di uno studio prodotto dall’Università di Birmingham suggeriscono che l’esercizio durante i primi mesi di diagnosi del diabete di tipo 1 potrebbe ritardare la progressione della condizione.

I partecipanti allo studio che hanno continuato un regime di esercizio attivo dopo la diagnosi di tipo 1 avevano esteso la loro parziale remissione, nota anche come periodo della “luna di miele”, di cinque volte rispetto a quelli che non si sono esercitati.

La ricerca, pubblicata su Diabetic Medicine, suggerisce che l’esercizio durante i primi mesi di diagnosi può a lungo termine migliorare i livelli di glucosio nel sangue, ridurre gli attacchi ipoglicemici e il rischio di complicazioni a lungo termine, come la retinopatia e la neuropatia.

Lo studio è stato il primo del suo genere ad esaminare gli effetti dell’esercizio fisico durante la luna di miele in persone con diagnosi di diabete di tipo 1 .

Si ritiene che circa il 60 per cento degli adulti con diagnosi di diabete di tipo 1 abbia avuto un periodo di “luna di miele”. Ciò significa che alcune cellule beta del pancreas funzionano ancora e il loro corpo è ancora sensibile all’insulina.

I ricercatori hanno studiato 17 persone di tre cliniche nel Regno Unito, a cui era stato recentemente diagnosticato il diabete di tipo 1 e che stavano facendo significativi livelli di esercizio fisico. Sono stati abbinati a persone che erano state diagnosticate di recente e avevano la stessa età, sesso e peso, ma non facevano alcun esercizio.

Hanno scoperto che coloro i quali facevano attività fisica un periodo di “luna di miele” e questa durava in media cinque volte di più (33 mesi) rispetto a chi non la praticava (6 mesi).

Il diabete di tipo 1 è una condizione seria e permanente in cui il corpo non può produrre insulina. Senza un trattamento accurato, ciò può causare livelli di glucosio nel sangue troppo elevati e aumentare il rischio di complicazioni che cambiano la vita, come la perdita della vista e le malattie renali. Attualmente 4,6 milioni di persone nel Regno Unito hanno il diabete e circa il 10 per cento di questi ha il diabete di tipo 1.

L’autore principale dello studio, il Dr. Parth Narendran, dell’Istituto di immunologia e immunoterapia dell’Università di Birmingham, ha dichiarato: “I nostri dati dimostrano che l’esercizio fisico potrebbe svolgere un ruolo importante per le persone con diagnosi di diabete di tipo 1.

“Proponiamo che l’esercizio prolunghi la luna di miele attraverso una combinazione di miglioramento del modo in cui il corpo risponde all’insulina e anche preservando la funzione delle cellule produttrici di insulina nel pancreas.

“Questo potrebbe avere importanti benefici nelle persone con diabete di tipo 1, tra cui un migliore controllo della glicemia, meno episodi di ipoglicemia e un ridotto rischio di complicanze legate al diabete .

“Ora è necessario che le sperimentazioni cliniche indaghino se l’esercizio fisico può prolungare la durata della luna di miele e per esplorare i meccanismi alla base di questo.”