Sport e movimento

Pensare oltre te stesso può renderti più aperto a scelte di vita sane

I messaggi sulla salute pubblica spesso dicono alle persone cose che non vogliono sentire: i fumatori dovrebbero smettere di fumare. Le persone sedentarie devono muoversi. Distribuisci al post di pizza e hot dog un’insalata con legumi per dimagrire.

Per molte persone, questi messaggi innescano le nostre difese naturali. Ci fanno sentire male con noi stessi e le nostre scelte, portando il nostro subconscio a rifiutare il sano incoraggiamento.

Tuttavia, un nuovo studio pubblicato su PNAS ha scoperto che un semplice esercizio di innesco in cui le persone sedentarie pensano al di là di se stesse prima di visualizzare i messaggi sulla salute può rendere questi messaggi più efficaci. Non solo l’attività cerebrale dei partecipanti ha dimostrato di essere più ricettiva ai messaggi, ma in realtà sono diventati più attivi fisicamente nelle settimane successive.

Pubblicità e progresso

Lo studio ha coinvolto 220 adulti sedentari che erano in sovrappeso o obesi, la cui mancanza di attività fisica li espone ad un rischio maggiore per una serie di esiti negativi sulla salute .

“Una delle cose che ostacola il modo in cui le persone cambiano il loro comportamento è la difesa”, spiega Emily Falk, professore associato di comunicazione, psicologia e marketing presso l’Annenberg School for Communication dell’Università della Pennsylvania. “Quando si ricorda alla gente che è meglio parcheggiare la macchina più lontano e fare qualche passo in più, o alzarsi e spostarsi al lavoro per ridurre il rischio di malattie cardiache, spesso vengono in mente i motivi per cui questi suggerimenti potrebbero essere rilevanti per qualcun altro, ma non per loro. ”

Per combattere questi sentimenti difensivi, i ricercatori hanno coinvolto i partecipanti in uno dei due compiti di auto-trascendenza e confrontato le loro risposte con quelle di un gruppo di controllo non trascendente. I compiti di auto-trascendenza richiedevano ai partecipanti di pensare a valori più grandi di loro stessi – come le persone che amavano e si preoccupavano – e lo facevano mentre i soggetti erano in una macchina fMRI, permettendo ai ricercatori di vedere la loro attività cerebrale in tempo reale.

Il primo gruppo di auto-trascendenza rifletteva sulle cose che più contavano per loro. Se sceglievano “amici e parenti”, a loro poteva essere chiesto di pensare a volte in futuro quando potrebbero sentirsi vicini ai loro amici e alla loro famiglia. Se sceglievano “spiritualità”, poteva essere chiesto loro di pensare a volte in cui potrebbero connettersi con Dio o altre fonti di potere più elevato.

A un secondo gruppo di auto-trascendenza è stato chiesto di esprimere desideri positivi ripetuti sia per le persone che conoscevano sia per gli estranei. Queste includevano speranze che gli amici sarebbero stati felici o che altri sarebbero stati bene.

Nel frattempo, un gruppo di controllo rifletteva sui loro valori meno importanti.

Quindi tutti i partecipanti hanno visualizzato messaggi informatici sulla salute che li hanno incoraggiati ad essere più attivi, o hanno spiegato perché i loro comportamenti attuali li mettono a rischio. Per esempio:

  • Diventare più attivi rafforzerà i tuoi muscoli. I muscoli più forti ti renderanno più facile lo spostarti e fare le cose che ti piacciono più a lungo.
  • Prendi l’abitudine di camminare su e giù per le scale ogni volta che puoi. Evitare di prendere l’ascensore il più possibile.
  • L’American Heart Association dice che persone sedentarie come te corrono seri rischi per le malattie cardiache. Questo significa più pillole e più alto rischio di malattia e morte.

Nel mese successivo, i partecipanti ricevettero quotidianamente messaggi di testo che ripetevano l’esperimento in miniatura, innescandoli a pensare pensieri auto-trascendenti (o pensieri di controllo neutrali) prima che ricevessero messaggi sulla salute. Inoltre, indossavano tracciatori di fitness per monitorare la loro attività.

Coloro che avevano completato uno dei due compiti di auto-trascendenza erano significativamente più attivi nel mese successivo, con meno tempo trascorso in sedentarietà.

Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che durante i compiti di auto-trascendenza, le persone hanno mostrato una maggiore attività nelle regioni del cervello coinvolte nella ricompensa e valutazione positiva, rispetto al gruppo di controllo .

“Le persone spesso riferiscono che l’auto-trascendenza è un’esperienza intrinsecamente gratificante”, dice l’autore principale Yoona Kang, un postdoctoral fellow presso la Annenberg School for Communication nell’Università della Pennsylvania. “Quando hai preoccupazioni per gli altri, questi possono essere momenti gratificanti”.

Questi sentimenti gratificanti, secondo i ricercatori, possono portare le persone ad essere più disponibili ad ascoltare consigli sulla salute altrimenti sgraditi.

“Se prima fai uscire le persone e riduci le cose e le persone che contano di più per loro”, dice Falk, “allora vedono che il loro concetto di sé e il proprio valore personale non sono legati a questo particolare comportamento, in questo caso la loro mancanza di attività fisica “.

Kang sottolinea anche che permettere alle persone di sentirsi parte di qualcosa più grande di loro può avere effetti positivi sulla salute.

“Le persone sono capaci di fare cose per i loro cari che probabilmente non avrebbero mai fatto per se stessi”, dice. “L’idea di auto-trascendenza – la cura per gli altri al di là del proprio interesse personale – è una fonte potenzialmente potente di cambiamento”.

I ricercatori stanno attualmente testando un’applicazione telefonica per il pubblico in generale che fornisce coppie giornaliere di messaggi di autoaffermazione e salute, come quelli utilizzati nello studio.