Terapie

L’agonista recettoriale del doppio GIP e del recettore del GLP-1 di Lilly mostra una significativa riduzione dell’HbA1c e del peso corporeo nelle persone con diabete di tipo 2

I risultati di uno studio clinico di fase 2b di doppio agonista del recettore GIP e GLP-1 della Eli Lilly and Company (GIP / GLP-1 RA, LY3298176) hanno mostrato riduzione dello zucchero nel sangue clinicamente significativa e perdita di peso nelle persone con diabete di tipo 2. I dati semestrali  – che mostrano riduzioni medie di HbA1c fino a 2,4 punti percentuali e una riduzione media del peso fino a 11,3 kg (12,7 per cento) – sono stati presentati oggi al 54 ° incontro annuale dell’Associazione europea per lo studio del diabete a Berlino e contemporaneamente pubblicati su The Lancet .

Il doppio polipeptide insulinotropico insulino-dipendente (GIP) e l’agonista del recettore GLP-1 integrano l’azione di entrambe le incretine in un’unica singola molecola, mirando a sviluppare i benefici clinici osservati con una GLP-1 RA selettiva.

Pubblicità e progresso

“Questi risultati degli studi clinici di fase 2b per GIP / GLP-1 RA non hanno precedenti e l’impressionante riduzione della glicemia e del peso osservate possono portare a una nuova opzione di trattamento per le persone con diabete di tipo 2″, ha detto Juan P. Frias , MD, President e Principal Investigator, National Research Institute. “La prossima ondata di innovazioni nello studio delle incretine per il trattamento del diabete di tipo 2 è affascinante: stiamo provando i benefici degli agonisti del recettore GLP-1 e osservando una nuova molecola che integra l’azione GIP per vedere quali ulteriori benefici sono possibili “.

Sono stati utilizzati due approcci statistici per valutare l’efficacia di quattro dosi di GIP / GLP-1 RA (1 mg, 5 mg, 10 mg, 15 mg) rispetto a placebo e dulaglutide 1,5 mg nelle persone con diabete di tipo 2. Il primo era un modello di risposta alla dose che valutava l’effetto indipendentemente dall’interruzione del trattamento e dall’uso di farmaci di salvataggio. Un’ulteriore analisi ha identificato l’effetto durante il trattamento e senza l’uso di farmaci di salvataggio. 

A 26 settimane, l’analisi primaria ha mostrato una robusta risposta alla dose rispetto al placebo nell’intero intervallo di dosaggio di GIP / GLP-1 RA incluso nello studio. 

L’analisi dei partecipanti durante il trattamento confrontando GIP / GLP-1 RA con dulaglutide e placebo ha mostrato miglioramenti significativi tra gli endpoint. 

  • Riduzione di HbA1c : tutte le dosi di GIP / GLP-1 RA e dulaglutide hanno mostrato un miglioramento significativo della glicemia (riduzione assoluta media) rispetto al basale [GIP / GLP-1 RA: -1,6 percento (5 mg), -2,0 percento (10 mg), e -2,4 percento (15 mg); dulaglutide -1,1 percento (1,5 mg)] rispetto al placebo (0,1 percento).
  • Obiettivo di HbA1c : le dosi più elevate di GIP / GLP-1 RA hanno fornito le riduzioni più significative di HbA1c, fino al 30% delle persone che hanno ricevuto le dosi da 10 mg e 15 mg ottenendo livelli di HbA1c inferiori al 5,7%, che è nella norma gamma per le persone senza diabete [18 per cento (10 mg) e 30 per cento (15 mg)]. Inoltre, fino al 90% delle persone ha raggiunto l’obiettivo HbA1c raccomandato del 7% o inferiore [GIP / GLP-1 RA: 69,1% (5 mg), 90,0% (10 mg) e 77,4% (15 mg); dulaglutide 51,9 percento (1,5 mg)].
  • Perdita di peso: i partecipanti che assumevano GIP / GLP-1 RA hanno raggiunto una significativa perdita di peso [-4,8 kg (5 mg), -8,7 kg (10 mg) e -11,3 kg (15 mg)], così come quelli che assumono dulaglutide [-2,7 kg (1,5 mg)], rispetto al placebo (-0,4 kg). Più di un terzo delle persone ha perso il 10% o più del peso corporeo iniziale con GIP / GLP-1 RA 10 mg (39,2%) e 15 mg (37,7%), e un quarto delle persone ha perso il 15% o più con il 15 dose di mg.

Il profilo di sicurezza di GIP / GLP-1 RA era simile alla classe GLP-1 RA. Gli effetti indesiderati più comunemente riportati erano gastrointestinali e dose-dipendente. Questi eventi includevano nausea [20 percento (5 mg), 22 percento (10 mg), 40 percento (15 mg)], diarrea [24 percento (5 e 10 mg), 32 percento (15 mg)] e vomito [8 percento (5 mg), 16% (10 mg), 26% (15 mg)], da lievi a moderati e generalmente temporanei, che si verificano più spesso durante il periodo di titolazione. Dulaglutide 1,5 mg aveva un profilo di effetti collaterali simile a studi precedenti. Nessun partecipante a uno dei gruppi di trattamento ha avuto gravi episodi di ipoglicemia. È stato condotto un ulteriore studio che esamina un piano di titolazione ottimale per aiutare a gestire gli effetti collaterali GI e verrà presentato l’anno prossimo.

“Nonostante i progressi compiuti nella gestione del diabete, le persone che vivono con il tipo 2 spesso necessitano di trattamenti aggiuntivi man mano che la loro condizione progredisce ed è per questo che i nostri ricercatori continuano a innovare  – per aiutare a migliorare la vita”, ha dichiarato Jeff Emmick , MD, Ph.D. ., vice presidente del settore sviluppo del prodotto, Lilly Diabetes. “Abbiamo impostato una barra alta per questo studio di fase 2, e i risultati hanno superato le nostre aspettative. Siamo entusiasti di continuare a studiare GIP / GLP-1 RA e speriamo di aggiungerlo alla nostra vasta gamma di terapie per le persone con diabete”.

La sicurezza e l’efficacia di Lilly’s GIP / GLP-1 RA sono state studiate ulteriormente in un ampio programma clinico di fase 3 che verrà definito nel programma SURPASS. Gli studi di fase 3 per il diabete di tipo 2 dovrebbero iniziare non prima del 2019 e completarsi verso la fine del 2021. Lilly sta valutando i prossimi passi nello studio di GIP / GLP-1 RA per l’obesità e altre condizioni.

Lilly condurrà un webcast oggi per discutere delle presentazioni dell’azienda. Le osservazioni si concentreranno principalmente su questi dati di Fase 2b . Il webcast inizierà alle 19:00 , ora dell’Europa centrale o alle 13:00 ora di New York . Ulteriori informazioni possono essere trovate nel comunicato stampa.

Categorie:Terapie

Con tag:,