Educazione

Diabete tipo 1: il coaching può migliorare i risultati di salute?

Una analisi volta a valutare l’introduzione del coaching nella cura interdisciplinare delle persone con diabete mellito di tipo 1 nel sistema sanitario pubblico è stata compiuta dai diabetologi del Departamento de Clínica Médica, Faculdade de Medicina, Universidade Federal de Minas Gerais (UFMG), Belo Horizonte, Brasile.

Dieci pazienti che frequentavano il servizio di assistenza sanitaria pubblica e con un livello di emoglobina glicata (HbA1c) superiore al 7,5% hanno partecipato a otto sessioni di coaching. Questo studio ha valutato l’autogestione della malattia e il comportamento personale dei pazienti. I partecipanti sono stati valutati all’inizio del programma e in due occasioni dopo l’intervento, con valutazione dei dati biochimici e antropometrici e della frequenza nell’auto-monitoraggio della glicemia (SMBG). Sono stati applicati questionari durante queste valutazioni per analizzare il carico emotivo (B-PAID), l’aderenza al farmaco (Morisky Adherence Scale) e l’auto-efficacia (IMDSES).

Pubblicità e progresso

HbA1c era posizionata ad un livello medio dell’8,0% (range 76-10,3%) all’inizio dello studio e ridotto significativamente 3 mesi dopo l’inizio dell’intervento (7,78% [6,5-10%], p = 0,028), senza aumento significativo a 6 mesi (8,3% [713-9,27%], p = 0,386). L’SMBG è migliorato significativamente dall’inizio alla fine dello studio, con il numero mediano di test del glucosio a settimana che variava da 16,5 (range 0-42) al basale a 29,0 (7-42) a 3 mesi e 27,5 (10-48) a 6 mesi (p = 0,047). Nessuna differenza significativa è stata osservata nei parametri antropometrici o nei punteggi degli strumenti tra le tre misurazioni.

Un intervento di coaching focalizzato sui valori dei pazienti e sul senso dello scopo può fornire un ulteriore beneficio ai tradizionali programmi di educazione al diabete ed essere un metodo ausiliario per aiutare le persone con diabete di tipo 1 a raggiungere i loro obiettivi di trattamento.

Pubblicato nella rivista Archives of Endocrinology and Metabolism settembre 2018.

Categorie:Educazione

Con tag:,