Mangiare

Le scelte politiche dovrebbero incoraggiare un consumo alimentare sano

La dieta è una componente importante che influisce sul rischio cardiovascolare e le politiche dovrebbero essere implementate per migliorare la composizione alimentare, secondo un articolo pubblicato nel numero del 21 agosto del Journal of American College of Cardiology.

Edward Yu, Sc.D., della Harvard TH Chan School of Public Health di Boston, e colleghi hanno riassunto lo stato attuale delle conoscenze sul ruolo della dieta nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Pubblicità e progresso

Gli autori osservano che la riduzione delle calorie in eccesso e il miglioramento della composizione alimentare possono prevenire molti eventi cardiovascolari. Una dieta ricca di frutta, verdura, cereali integrali, noci e legumi; moderato in latticini a basso contenuto di grassi e frutti di mare; e basso contenuto di carni lavorate, bevande zuccherate, cereali raffinati e sodio sono raccomandati nelle linee guida attuali. Per alcune persone, l’integrazione può essere utile, anche se non può sostituire una buona dieta. Molti fattori influenzano le persone a consumare una dieta di bassa qualità, compresa la mancanza di disponibilità di alimenti di alta qualità, costi elevati, scarsità di tempo, norme sociali e culturali, commercializzazione di alimenti di scarsa qualità e appetibilità. I governi dovrebbero concentrarsi sulle malattie cardiovascolari come una minaccia globale e dovrebbero attuare politiche che possano promuovere un ambiente in cui gli alimenti sani siano accessibili, accessibili e desiderabili.

“Sarà necessario uno sforzo concertato da parte di tutti i livelli della società per cambiare radicalmente l’attuale ambiente alimentare e il sistema alimentare globale “, scrivono gli autori.

Categorie:Mangiare

Con tag:,