Ricerca

Le cellule capovolte causano perdite di vasi sanguigni nel diabete e in altre malattie

flippedcells

Un enzima attivato nei diabetici causa l’inversione del loro orientamento in cellule precedentemente allineate in un vaso sanguigno, creando disallineamenti che consentono alle vene e alle arterie di perdere tre volte più proteine ??del sangue rispetto ai vasi sanguigni normalmente costruiti. Credito: Rensselaer

È stato scoperto che un enzima attivato nei diabetici provoca la formazione di cellule precedentemente allineate in un vaso sanguigno che si capovolgono nel loro orientamento, creando disallineamenti i quali consentono alle vene e alle arterie di perdere tre volte più proteine ??del sangue rispetto ai vasi sanguigni normalmente formati. Il controllo dell’enzima può alleviare i sintomi di gonfiore, dolore ai nervi, bassa pressione arteriosa localizzata e rischio di infezione nel diabete e altre malattie che causano perdite di vasi sanguigni.

La scoperta, che è stata pubblicata oggi su Science Advances, deriva da un esame più approfondito della chiralità , o “prontezza”, delle cellule. La chiralità è una proprietà dell’asimmetria che si trova a tutte le scale della vita, dal livello delle molecole agli organismi. Come le mani sinistra e destra, le celle che mostrano la chiralità sono immagini speculari l’una dell’altra. Questo è il primo studio che va oltre gli effetti della chiralità cellulare sullo sviluppo embrionale ed esamina i suoi effetti sui processi fisiologici.

Pubblicità e progresso

“Questa ricerca ci dice che la chiralità può cambiare nella tua vita dopo la nascita, il che è sorprendente”, ha detto Leo Wan, autore principale della ricerca e professore associato di ingegneria biomedica e membro del Centro di Biotecnologie e Studi interdisciplinari presso il Politecnico di Rensselaer . “Ma se qui vediamo che la malattia può invertire la chiralità, possiamo anche immaginare terapie mirate per bloccare quel processo”.

Le cellule endoteliali che rivestono l’interno di un vaso sanguigno condividono comunemente un orientamento con la mano destra, che si adattano perfettamente per formare una barriera semi-permeabile la quale controlla strettamente il passaggio di proteine ??e cellule dal flusso sanguigno nel tessuto circostante. Ma la nuova ricerca mostra che anche bassi livelli della proteina chinasi C (PKC) – attivata in malattie come il diabete – nei vasi sanguigni possono causare l’inversione di alcune cellule della chiralità, il ribaltamento verso l’orientamento sinistro e la creazione di spazi tra destra e sinistra le cellule della mano che aumentano la permeabilità di tre volte.

Wan ha detto che la comprensione di questo processo potrebbe portare allo sviluppo di una terapia che bloccherebbe le alterazioni della chiralità cellulare all’interno dei vasi sanguigni, un approccio mirato che, anticipa, come abbastanza facile da ottenere.

Categorie:Ricerca

Con tag:,