Terapie

I test di laboratorio a digiuno rappresentano un rischio per l’ipoglicemia

white plastic syringe

Il digiuno per i test di laboratorio lipidici da parte dei pazienti con diabete può portare ad un aumento del rischio per ciò che i ricercatori chiamano ipoglicemia durante il diabete evocato a digiuno, o FEEHD, secondo i risultati pubblicati sull’International Journal of Endocrinology .

Inoltre, lo studio ha rivelato una mancanza di istruzioni diffuse sulla prevenzione della FEEHD.

“Una causa apparentemente trascurata di ipoglicemia è l’acquisizione dei test di laboratori a digiuno, di cui il pannello lipidico è l’esame più comunemente ordinato,” Saleh Aldasouqi, MD, FACE, ECNU , professore di medicina e capo della divisione di endocrinologia al Michigan State University College of Human Medicine, e colleghi hanno scritto. “Ordinando i test di laboratori a digiuno, potremmo non solo arrecare disturbo ai pazienti, ma anche metterli inavvertitamente a rischio di ipoglicemia.”

Aldasouqi e colleghi hanno analizzato i dati di 363 adulti con diabete (età media, 60,6 anni, 194 donne, 81,6% con diabete di tipo 2, durata media del diabete, 16 anni) arruolati in uno studio prospettico non randomizzato da marzo a settembre 2016. A ogni partecipante è stato ha chiesto di completare un questionario sul tipo di diabete e la durata, i farmaci e gli eventi FEEHD nei 12 mesi precedenti.

Tra la coorte, il 17,1% (n = 62) degli intervistati ha riportato almeno un episodio di FEEHD nell’anno precedente, l’11% ha riferito di più episodi. I partecipanti ritenuti “a rischio” (n = 269) avevano un tasso di frequenza FEEHD più alto rispetto alla popolazione complessiva dello studio (21,9%; n = 59). Nell’intero campione, il 53% (n = 33) ha contattato un operatore sanitario dopo un episodio FEEHD. Inoltre, il 35% (n = 22) aveva ricevuto istruzioni su come prevenire FEEHD. I ricercatori hanno anche trovato una correlazione significativa tra eventi FEEHD e sintomi ipoglicemici ( P <0,001), frequenza di eventi ipoglicemici nell’anno precedente ( P <0,001), terapia insulinica ( P = 0,014) e uso di insulina pompa ( P <.001).

“Negli Stati Uniti come in Europa la tradizione degli esami di laboratori di digiuno è profondamente radicata nella psiche di pazienti e medici. Nella nostra pratica clinica, è stato notato che non appena un paziente viene informato che i laboratori possono essere richiesti, una delle loro prime risposte è “Ma oggi non sto digiunando”, hanno scritto i ricercatori. “Ordinare profili lipidici a digiuno non solo metterà i pazienti diabetici a rischio di ipoglicemia, ma con le mutevoli linee guida nei test sui lipidi, il digiuno per i test lipidici potrebbe non essere necessario, dopo tutto”, hanno scritto.