Mangiare

I ricercatori individuano le proteine ideali per aiutare gli anziani a ricostruire i muscoli persi

oldperson

Mentre gli appassionati di fitness hanno a lungo utilizzato integratori proteici per guadagnare massa muscolare, una nuova ricerca della McMaster University suggerisce come una fonte proteica in particolare, le proteine ??del siero di latte, sono più efficaci per gli anziani che lottano nel ricostruire i muscoli persi dall’inattività associata a malattia o lunghi soggiorni in ospedale.

Lo studio, pubblicato online su The American Journal of Clinical Nutrition, ha confrontato l’impatto di diverse forme di integratori proteici negli anziani, una popolazione in crescita sfidata dalla perdita di muscoli e forza, o sarcopenia, che a sua volta può influenzare l’equilibrio, l’andatura e la capacità di eseguire i compiti semplici della vita di tutti i giorni.

I ricercatori hanno scoperto che la proteina non ha arrestato la perdita di massa muscolare magra causata dall’inattività, tuttavia, gli integratori di siero di latte hanno contribuito a ricostruire il muscolo una volta riprese le attività.

“Il messaggio importante qui è che non tutte le proteine ??sono uguali: il siero è una delle proteine ??di più alta qualità ed è ideale per le persone anziane”, afferma Stuart Phillips, autore senior del giornale e professore di kinesiologia presso McMaster.

I ricercatori hanno cercato di confrontare l’impatto del siero con la proteina del collagene sulla perdita muscolare durante i periodi di inattività e quindi di recupero.

Il siero di latte è considerato una proteina di alta qualità o completa, il che significa essere ricco di tutti gli amminoacidi essenziali ed è più alto nella leucina, uno degli amminoacidi essenziali che il corpo non può produrre da sé e, pertanto, deve derivare dal cibo.

I peptidi di collagene, al confronto, sono molto più bassi nel loro contenuto di leucina, o sono carenti o poveri di aminoacidi essenziali.

Per lo studio, i ricercatori hanno reclutato uomini e donne non fumatori, non diabetici e di età compresa tra i 65 e gli 80 anni. Un gruppo di soggetti ha consumato proteine ??del siero di latte, gli altri peptidi di collagene, durante lo studio.

Per un periodo di cinque settimane la loro dieta era controllata, compreso due settimane in cui i loro passi giornalieri erano limitati a 750 al giorno e l’apporto calorico ridotto di 500 calorie al giorno, condizioni che potrebbero imitare ciò che le persone anziane spesso sperimentano durante un soggiorno in ospedale.

I partecipanti sono tornati ai normali livelli di attività durante un periodo di recupero di una settimana.

Il team aveva previsto che il gruppo di peptidi di collagene avrebbe avuto una perdita muscolare significativamente maggiore rispetto al gruppo di proteine ??del siero del latte, ma ciò non è accaduto. Entrambi i gruppi hanno perso la stessa quantità di muscoli.

“Mentre sappiamo già che le fonti proteiche complete sono più potenti per stimolare i processi di costruzione siamo stati sorpresi di scoprire che dopo due settimane di passaggi limitanti tra i partecipanti, non c’erano differenze apparenti nella perdita muscolare tra i due gruppi”, dice Sara Oikawa autore principale e specializzanda laureata nel Dipartimento di Kinesiologia presso McMaster.

Mentre la proteina era inefficace nel mitigare la perdita muscolare, dicono i ricercatori, quando i partecipanti tornarono alla normale attività di costruzione muscolare, il gruppo col siero di latte recuperava più muscoli scheletrici.

“Quando consideriamo le misure che possono essere adottate per aiutare gli anziani che invecchiano, è chiaro che il siero di latte è un ingrediente importante, al contrario, dovremmo evitare il collagene in formulazioni rivolte alle persone anziane”, dice Oikawa.

Nelle ricerche future, Oikawa prevede di concentrarsi specificamente sulle donne, che tendono a sperimentare maggiori difficoltà nel ricostruire la forza.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,