Ricerca

Scoperto il potenziale meccanismo mediante il quale il vaccino BCG abbassa i livelli di zucchero nel sangue nel diabete di tipo 1

Ricerche precedenti hanno dimostrato che il vaccino del bacillo Calmette-Guerin (BCG), usato per prevenire la tubercolosi, può ridurre i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete avanzato di tipo 1 a lungo termine.

Una nuova ricerca presentata quest’oggi all’Assemblea annuale dell’Associazione europea per il diabete (EASD) a Berlino, in Germania (1-5 ottobre), rivela il meccanismo attraverso il quale il vaccino può apportare cambiamenti durevoli e benefici al sistema immunitario e ridurre gli zuccheri nel sangue.

I nuovi risultati suggeriscono che lo squilibrio immuno-metabolico nel diabete di tipo 1 potrebbe derivare da troppe poche esposizioni microbiche (cioè germi) che sono state eliminati negli ambienti più sterili odierni, e che la reintroduzione di un batterio (BCG) potrebbe ripristinare funzioni metaboliche anormali potenziare il sistema immunitario per consumare zucchero e ridurre i livelli di glucosio nel sangue col tempo.
“Da tempo si ritiene che il passaggio a ambienti più puliti e più urbani sia coinvolto non solo sul modo in cui si sviluppa il diabete di tipo 1, ma anche sull’aumento dell’incidenza della malattia”, spiega la Dr.essa Faustman, direttore del Laboratorio di immunologia di Massachusetts General Hospital, che ha guidato lo studio. “In particolare, le esposizioni ridotte a determinati microbi, la conseguenza di migliori condizioni igieniche, un maggiore uso di antibiotici, dimensioni familiari più piccole, case più pulite, meno esposizione giornaliera al suolo e minore esposizione ad animali domestici, sembra aver cambiato la moderna funzione metabolica”.
Il vaccino BCG, basato su un ceppo innocuo di batteri correlato a quello che causa la tubercolosi, sembra avere l’effetto di imitare in sicurezza le esposizioni microbiche che le società moderne hanno perso.
In uno studio randomizzato di fase 1, due iniezioni del vaccino BCG a 2 settimane di distanza hanno ridotto la glicemia media a livelli quasi normali in 3 anni nelle persone con diabete di tipo 1 avanzato, un miglioramento che è stato sostenuto per altri 5 anni. La Faustman e colleghi del Massachusetts General Hospital negli Stati Uniti hanno anche identificato che il vaccino BCG utilizza un nuovo meccanismo per modificare il modo in cui il corpo consuma il glucosio, dalla fosforilazione ossidativa (la via più comune attraverso la quale le cellule convertono il glucosio in energia) in aerobica, la glicolisi, uno stato che accelera la velocità cellulare trasforma il glucosio in energia, portando a ridurre i livelli di zucchero nel sangue nel tempo.
Questi nuovi risultati mostrano che i diabetici di tipo 1 hanno un metabolismo coerente con una minore esposizione microbica. Di conseguenza, i pazienti diabetici di tipo 1 hanno globuli bianchi che utilizzano uno zucchero nel sangue minimo rispetto ai soggetti di controllo non diabetici. L’esposizione dei pazienti ai microbi nel vaccino BCG sembra portare i globuli bianchi ad aumentare la glicemia aumentando la glicolisi aerobica.
“Il BCG è un organismo che ha bisogno di molte fonti di energia, vive all’interno dei globuli bianchi ed eleva l’utilizzazione dello zucchero”, spiega la Dr.essa Faustman.
I risultati supportano l’ipotesi igienica che suggerisce come l’esposizione precoce ai microbi promotori della glicolisi aerobica sia effettivamente benefica per lo sviluppo del sistema immunitario ed è un importante fattore di sensibilità alle malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1.
“Le vaccinazioni della BGC, come la tubercolosi stessa, convertono un sistema linfatico depresso in carenza di zucchero in un processo altamente efficiente, un restauro simile ai soggetti normali senza diabete”, afferma la Faustman.
“La nostra scopertaè che i pazienti diabetici di tipo 1 hanno troppo poco utilizzo di zucchero linfoide e apre la porta a più studi clinici usando il vaccino BCG, anche nel diabete di tipo 1 avanzato, per abbassare in modo permanente la glicemia con il potenziale per ridurre la sostanziale malattia e mortalità associata ad essa malattia.”
Gli autori notano alcune limitazioni, incluso il fatto che si tratta di uno studio iniziale di piccole dimensioni e un ampio trial di fase 2 a 5 anni di 150 soggetti affetti da diabete di tipo 1 approvato dalla Food and Drug Administration statunitense è attualmente in corso per testare se il vaccino BCG ripetuto possa migliorare clinicamente diabete di tipo 1 negli adulti con malattia esistente.

Categorie:Ricerca

Con tag:,,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.