Terapie

Una nuova analisi stima l’impatto positivo di Jardiance® sull’aspettativa di vita negli adulti con diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari accertate

pillole

Le stime di sopravvivenza dai dati dello studio EMPA-REG OUTCOME® dimostrano un potenziale beneficio a lungo termine di Jardiance (empagliflozin) sull’aspettativa di vita degli adulti con diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari.

Nuovi risultati basati sui dati del trial EMPA-REG OUTCOME® di riferimento sono stati pubblicati sulla rivista Circulation che suggerisce come il trattamento con Jardiance ® ha un impatto positivo sull’aspettativa di vita negli adulti con diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari accertate, Boehringer Ingelheim e Eli Lilly and Company (NYSE: LLY) lo hanno annunciato oggi. Usando i metodi attuariali, e ipotizzando che gli effetti benefici dimostrati da Jardiance rimangano coerenti con l’uso a lungo termine, è stato stimato che il farmaco estenda l’aspettativa di vita in media da 1 a 4,5 anni, a seconda dell’età, rispetto al placebo. Questa analisi suggerisce come il trattamento con Jardiance potrebbe aggiungere anni di vita.

In un’analisi dei dati su 7.020 persone incluse nello studio EMPA-REG OUTCOME, l’aspettativa di vita stimata è aumentata in tutte le età in cui gli adulti sono stati trattati con Jardiance rispetto a quelli esposti con placebo. In particolare, la sopravvivenza media stimata nelle persone di età compresa superiore ai 45 anni era di 32,1 anni con Jardiance rispetto a 27,6 anni con placebo, con una differenza di sopravvivenza media di 4,5 anni. Nelle persone di 50, 60, 70 e 80 anni, la differenza media di sopravvivenza con Jardiance rispetto al placebo era di 3,1, 2,5, 2 anni e 1 anno rispettivamente.

“In un uomo di 60 anni che vive con diabete di tipo 2, ed ha già avuto un evento cardiovascolare, studi precedenti stimavano che l’aspettativa di vita poteva ridursi fino a 12 anni rispetto a qualcuno della stessa età senza tali condizioni”, ha commentato Brian Claggett , Ph.D., Division of Cardiovascular Medicine, Brigham and Women’s Hospital e autore principale del pezzo su Circulation . “Quest’ultima analisi stima che empagliflozin potrebbe prolungare la durata della vita di una persona in media 2,5 anni”.

I principali risultati dello studio EMPA-REG OUTCOME, pubblicati nel New England Journal of Medicine nel settembre 2015, hanno dimostrato una riduzione del rischio relativo del 38% per morte cardiovascolare e una riduzione del rischio relativo del 32% nella mortalità per tutte le cause con Jardiance nelle persone con diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare stabilita, rispetto al placebo, per un periodo di 3,1 anni. La modellazione basata sui dati di valutazione EMPA-REG OUTCOME è stata utilizzata per quantificare il potenziale beneficio di Jardiance sulla durata residua.

“Siamo incoraggiati a vedere che i risultati dei calcoli e dei benefici a lungo termine supportano il ruolo di Jardiance come un’opzione di trattamento con la possibilità di estendere la vita degli adulti che vivono con diabete di tipo 2 e hanno malattie cardiovascolari”, ha detto Thomas Seck, MD, Vicepresidente senior, Divisione Medicina della Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, Inc

Categorie:Terapie

Con tag: