Mangiare

Una dieta ricca di proteine non influisce sulla funzionalità renale

Un mito ampiamente diffuso e controverso secondo cui le diete ad alto contenuto proteico possono causare danni renali negli adulti sani è stato sfatato dagli scienziati della McMaster University, che esaminando oltre due dozzine di studi i quali hanno coinvolto centinaia di partecipanti.

La meta-analisi, pubblicata sul Journal of Nutrition, mette in discussione i pericoli percepiti di una dieta ricca di proteine, una nozione introdotta negli anni ’80 che suggeriva come processando grandi quantità di proteine  questo portava a un progressivo declino della funzione renale nel tempo.

“È un concetto che esiste da almeno 50 anni e lo senti sempre: le diete proteiche più elevate causano malattie renali”, afferma Stuart Phillips, professore di kinesiologia al McMaster che ha supervisionato lo studio.

“Il fatto è, tuttavia, che non ci sono prove per supportare questa ipotesi, infatti, le prove dimostrano come è vero il contrario: aumenti proteici più elevati, non diminuiscono la funzionalità renale”, dice.

Gli esperti in salute sostengono regolarmente i benefici delle proteine per molte ragioni: stimolano il metabolismo, aumentano la sazietà facendoci sentire più pieni e più a lungo, favoriscono la perdita di grasso, aiutando a costruire i muscoli durante l’allenamento con i pesi e a preservarli, soprattutto negli anziani.

Tuttavia, l’impatto delle proteine sulla funzione renale è molto più controverso, in particolare il suo effetto sulla velocità di filtrazione glomerulare (GFR), che è un test per misurare quanto bene i reni filtrano il sangue e rimuovono i residui.

“Sebbene ci sia una grande quantità di prove che mostrano i benefici di un maggiore consumo di proteine, alcune persone hanno ancora paura che questi causino danni ai reni”, dice Michaela Devries-Aboud, autrice principale dello studio e assistente professore di kinesiologia all’Università di Waterloo, che ha condotto l’analisi cpresso McMaster.

“Con questi risultati, abbiamo dimostrato che una dieta proteica più elevata è sicura, anzi, dovrebbe essere considerata uno strumento importante per la salute dei muscoli durante l’intera vita”.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 28 articoli risalenti al periodo 1975-2016, esaminando gli effetti di un apporto proteico basso / normale rispetto a diete proteiche più elevate sul GFR in soggetti sani.

Le pubblicazioni hanno coinvolto più di trecento partecipanti, compresi quelli sani, obesi o con diabete di tipo 2 e / o ipertensione. A nessuno dei partecipanti è stata diagnosticata una malattia renale cronica e tutti hanno consumato una dieta ricca, moderata o con poche proteine.

Una dieta ricca di proteine includeva 1,5 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo al giorno, almeno il 20% dell’apporto calorico totale proveniente da proteine o almeno 100 grammi di proteine al giorno.

“Semplicemente non vi sono evidenze che colleghino una dieta ricca di proteine a una malattia renale in individui sani o in quelli a rischio di malattia renale a causa di obesità, ipertensione o diabete di tipo 2”, afferma Devries-Aboud.

Secondo Phillips, “Le proteine che causano danni ai reni non hanno alcun supporto, penso che possiamo mettere a riposo questo concetto”.

Categorie:Mangiare, Reni

Con tag:,