Diritti e rovesci

Diabete: tra successi e insuccessi

Giornata Mondiale del Diabete edizione 2018, oggi a Roma per la conferenza stampa sull’evento promossa dalla Società Italiana di Diabetologia*, posso in sintesi mettere in evidenza questi fatti: per la medicina la diagnosi della patologia e di buona parte delle sue complicanze (cuore, reni,vista) è un successo, mentre è un colossale insuccesso la prevenzione del diabete di tipo 2 così come la continua e costante crescita della popolazione diabetica sia a livello nazionale che mondiale, e, attenzione, questo è un problema che investe sì il tipo 2 (90% del totale); ma attenzione le stime fanno intravedere un drammatico raddoppio dei diabetici tipo 1 da qui ai prossimi vent’anni e gli epidemiologi lasciano intravedere uno futuro spostamento dell’asse diabetico con il T1D al 20% e T2D al 80%.

E in questo contesto risulta evidente come per gli operatori sanitari ed i pazienti alla fine si manifesta il cosiddetto effetto tenaglia, ovvero rimanere schiacciati dai costi della cronicità, che peraltro investono tante altre patologie come quelle cardiovascolari, l’ipertensione, reumatiche e oncologiche in buona parte. La riduzione costante e progressiva del personale medico e sanitario specialistico. I farmaci, le terapie e biotecnologie innovative saranno sempre più accessibile a limitate parti della popolazione malata, coloro che potranno permettersele con pagamento diretto o differito. Una prova l’avete avuta ieri, ad esempio, con la fornitura del sensore Libre nel Regno Unito, ove oltre l’80% dei diabetici tipo 1 ne è escluso.

Pubblicità e progresso

Ecco i nodi presenti e irrisolti della “questione diabetica” e certo per quanto riguarda il diabete tipo 2, il più diffuso, il problema non è solo sanitario, ma politico economico in quanto le scelte di lungo periodo fatte dai governi e aziende della filiera agroalimentare e della grande distribuzione, come della cultura dominante nei paesi occidentali in primis, fanno da miccia verso la crescita dei malati o da estintore dell’epidemia diabetica.

Il diabete è una patologia sistemica non solo per l’organismo per tutta la società ed esserne consapevoli è fondamentale per cercare concretamente di cominciare ad invertire la rotta e ridurre il fenomeno.

  • Dovete sapere che le Conferenze stampa sono molto esclusive, specie per ambienti elitari come quelli medici e politici, di cui la Capitale ne è una valida espressione. Ed infatti la Conferenza era talmente esclusiva che ne sono rimasto escluso. Per fortuna non essendo un pivello mi ero attrezzato con una persona (maschio) che mi ha supportato nella redazione di questo pezzo. È evidente che il blog Il Mio Diabete non ispira fiducia nella Capitale. Per quanto mi riguarda non ci saranno altre volte anche perché sprecare soldi e un giorno di ferie per l’anima del beep….