Equilibrio

Sonno e diabete di tipo 1 nei bambini e negli adolescenti:

La gioventù con diabete mellito di tipo 1 (T1D) sperimenta più disturbi del sonno e una durata più breve rispetto ai coetanei sani. I ricercatori hanno ora scoperto gli effetti negativi sulla salute mentale e fisica associati ad un sonno povero in giovani con T1D. Il campo della ricerca sul sonno T1D opera attualmente con la nozione generale che i comportamenti del sonno influenzano l’aderenza al trattamento, che alla fine porta a risultati peggiori a lungo termine sulla salute. 

Sostienici con un acquisto o donazione

Questo modello, tuttavia, non spiega come il comportamento influenzi la gestione del T1D e gli esiti del sonno su base giornaliera, portando a difficoltà nel fornire raccomandazioni terapeutiche su misura. In questa recensione i ricercatori della Clinical Child Psychology Program, Università del Kansas, presentano un quadro teorico che descrive il ciclo ricorsivo tra comportamenti del sonno, esiti T1D e sintomi di affetti / stress negativi nell’arco di 24 ore. 

Questo modello è guidato dalla letteratura del sonno, mostrando una chiara relazione tra il sonno povero e l’affetto negativo, e la letteratura sul  T1D che dimostra un legame tra un cattivo sonno e la gestione della malattia per i giovani con T1D. Inoltre, la letteratura emergente indica la necessità di ulteriori valutazioni del sonno dei genitori, considerando che la gestione del T1D e la paura dell’ipoglicemia hanno un impatto negativo sui comportamenti del sonno dei genitori. 

Vengono fornite raccomandazioni per spostare il campo verso studi di intervento efficaci e nuove aree di ricerca per valutare e modificare il modello proposto. 

L’elaborato è pubblicato nella rivista scientifica Pediatric Diabetes del 17 novembre 2018.

Sostienici con un acquisto o donazione
Sostienici con un acquisto o donazione