Mangiare e bere

Diabete di tipo 1 e Sindrome Metabolica

Confronto di un intervento di tipo mediterraneo con una dieta a basso contenuto di grassi negli adulti con diabete di tipo 1 e sindrome metabolica: uno studio randomizzato di 6 mesi.

La sindrome metabolica (SM) è una complicanza emergente nei soggetti con diabete di tipo 1(T1D), senza alcun trattamento preventivo o terapeutico ancora segnalato. I ricercatori dell’nstitut de Recherches Cliniques de Montréal, Montreal, Quebec, Canada hanno voluto confrontare l’impatto di due interventi nutrizionali di 6 mesi, basati su una dieta mediterranea (MED) o a basso contenuto di grassi, sulla circonferenza della vita, sugli esiti antropometrici e metabolici nei pazienti con T1D e SM.

Pubblicità e progresso

I partecipanti sono stati randomizzati in 2 gruppi di intervento: 1) MED-dieta o 2) dieta povera di grassi. Lo studio di 6 mesi ha incluso 9 sessioni di insegnamento con un dietista registrato. Antropometrici (outcome primario: circonferenza della vita), valutazioni metaboliche e nutrizionali sono state eseguite all’inclusione, 3 e 6 mesi. Sono stati usati modelli a effetti misti per valutare gli effetti di entrambi gli interventi. 28 partecipanti sono stati inclusi (50,9 ± 10,3 anni di età) con un BMI medio di 30,7 ± 3,3 kg / m 2e una circonferenza della vita di 105,5 ± 8,9 cm all’inclusione. È stata osservata una tendenza verso una maggiore riduzione dell’apporto di grassi nella dieta a basso contenuto di lipidi (interazione P = 0,09). La circonferenza della vita si è ridotta a 6 mesi in entrambi i gruppi (-3,5 cm a basso contenuto di grassi, -1,5 cm MED-dieta) senza differenze significative tra i gruppi (interazione -P = 0,43). Anche l’indice di massa corporea diminuiva significativamente in entrambi i gruppi (-0,7 kg / m 2 a basso contenuto di grassi, -1,1 kg / m 2 MED-dieta, P-interazione = 0,56). Non sono state osservate differenze significative tra i gruppi per altri parametri metabolici.

Questo studio suggerisce che un intervento dietetico non restrittivo di 6 mesi in pazienti con T1D e SM potrebbe contribuire alla gestione del peso, senza differenze significative tra gli interventi per i parametri antropometrici e metabolici. Ulteriori studi dovrebbero studiare i benefici a lungo termine di queste diete.

REGISTRO TRIAL CLINICO:

NCT02821585 (https://clinicaltrials.gov/).

Pubblicato nella rivista Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases del 20 novembre 2018