Batticuore

Ricognizione della cognizione

Una maggiore progressione della calcificazione delle arterie coronariche è associata a compromissione cognitiva clinicamente rilevante nel diabete di tipo 1.

I ricercatori del Dipartimento di Epidemiologia, Università di Pittsburgh, Pennsylvania, USA hanno valutato il ruolo predittivo della calcificazione delle arterie coronarie (CAC) in deterioramento cognitivo clinicamente rilevante su 148 individui di mezza età con diabete di tipo 1 (T1D) esordito nell’infanzia dallo studio sull’epidemiologia di Pittsburgh Epidemiology of Diabetes Complications (EDC).

La calcificazione delle arterie coronariche al basale è stata misurata nel triennio 1996-98 e ripetuta 4-8 anni dopo. Per approfonditi test neuropsicologici nel 2010-15, il 28% (41/148) dei partecipanti ha incontrato la definizione dello studio di deterioramento cognitivo clinicamente rilevante (due o più di 7 punteggi dei test selezionati ?1,5SD peggiori rispetto alle norme pubblicate demograficamente appropriate). I modelli di regressione logistica con selezione all’indietro sono stati costruiti per l’analisi statistica.

L’età media e la durata del T1D alla prima misurazione del CAC erano rispettivamente di 37 e 29 anni. Un carico maggiore di calcificazione delle arterie coronariche iniziale era associato a un deficit cognitivo determinato 14 anni dopo. Rispetto al punteggio di Agatston = 0, il rapporto di probabilità (OR) e gli intervalli di confidenza al 95% (CI) di 0 <-100, 100 <-300 e> 300 erano 1,4 (0,6, 3,6), 2,3 (0,6, 9,7) e 7,9 (1.6, 38.5), rispettivamente. Con l’iniziale e la progressione del CAC nel modello multivariabile, la selezione all’indietro ha mantenuto solo la progressione della calcificazione delle arterie coronariche, dimostrando che era significativamente associata al deterioramento cognitivo (OR [95% CI]: 1.7 [1.1, 2.9]). In quelli con un CAC iniziale> 0, la densità del CAC era marginalmente, inversamente, associata a deterioramento cognitivo quando si controllava il volume del CAC (OR [95% CI]: 0.3 (0.1, 1.2), valore p = 0.078).

Un maggiore carico di calcificazione delle arterie coronariche era associato a compromissione cognitiva clinicamente rilevante negli adulti di mezza età con T1D ad esordio infantile. La progressione della calcificazione delle arterie coronariche sembra essere un predittore più potente della calcificazione iniziale.

Lo studio è pubblicato sulla rivista Atherosclerosis del 23 novembre 2018.

Deterioramento cognitivo,Calcificazione arteria coronaria,Diabete di tipo 1,