Tecno

Il diabete è mobile

Controllo della glicemia, carico della malattia e lacune educative nelle persone con diabete di tipo 1: studio esplorativo di un’app integrata mobile per il diabete.

 L’autosorveglianza e l’autogestione, sono fondamentali per il controllo ottimale del glucosio nel diabete di tipo 1, richiedono molte decisioni giornaliere legate alla malattia e impongono un notevole carico sulla malattia alle persone con diabete. Tecnologie innovative che integrano misurazioni possono offrire soluzioni rilevanti che ne supportano l’autogestione, riducono il carico della patologia e favoriscono il controllo del diabete.

L’obiettivo dello studio effettuato dal Dipartimento di Medicina Interna, Radboud University Medical Center, Nijmegen, Paesi Bassi, era di valutare un prototipo di app per il cellulare integrata nel percorso di cura per il diabete e rivolte alle persone con il tipo 1 .

In questo studio esplorativo, si è sviluppata un’app che conteneva funzioni di registro memorizzate nel cloud per glucosio, carboidrati (inclusa una libreria), insulina, esercizio pianificato e umore, combinati con un calcolatore di bolo e funzioni di comunicazione. Gli adulti con diabete hanno testato l’app per 6 settimane. Si è valutata la fattibilità dell’utilizzo di app, le esperienze degli utenti, il carico di malattia percepito (tramite questionari), la dose di insulina e il rapporto basale-bolo, il livello medio di glucosio, l’emoglobina HbA1C e il numero di eventi ipoglicemici.

Un totale di 19 partecipanti ha completato lo studio, risultando in 5782 voci di dati. La caratteristica più frequentemente utilizzata era la registrazione della glicemia, dell’insulina e dei carboidrati. I punteggi ematici correlati al diabete (misurati con le aree problematiche nella scala del diabete) sono diminuiti da 14,4 (DS 10,0) a 12,2 (DS 10,3; P = 0,04) e il controllo della glicemia è migliorato, con emoglobina A 1c decrescente dal 7,9% (media 62,3, SD 8 mmol / mol) al 7,6% (media 59,8, SD 7 mmol / mol; P = 0,047). L’incidenza di eventi ipoglicemici non è cambiata. I partecipanti sono stati generalmente positivi riguardo l’app, l’hanno valutata come “rinfrescante” e come struttura che forniva un rafforzamento dei principi di dosaggio dell’insulina. L’app ha rivelato notevoli lacune nelle conoscenze. I dati registrati hanno consentito analisi dettagliate aggiuntive.

Un’app integrata per il diabete mobile ha il potenziale per migliorare l’autogestione del diabete e fornire un supporto educativo su misura, che può ridurre il carico di malattia e favorire il controllo del diabete.

Lo studio è pubblicato nella rivista JMIR diabetes del 23 11 2018.