Sport e movimento

Migliorare i parchi cittadini può essere un modo per rendere i residenti più attivi

Aiutare i residenti a diventare più fisicamente attivi potrebbe non essere solo una passeggiata in un parco, potrebbe anche essere una passeggiata per un parco, secondo un team di ricercatori della Penn State.

In uno studio, i ricercatori hanno trovato che i piccoli miglioramenti ad una città, una valutazione del parco di una città-sistema potrebbe portare a più esercizio fisico per i suoi residenti. The Trust for Public Land ha creato il ParkScore come indice per classificare i sistemi di parchi delle 100 più grandi città della nazione, hanno aggiunto.

“Quello che abbiamo scoperto è che più il ParkScore è alto, il che è un modo per dire migliore è il sistema del parco, più grande è la proporzione della popolazione impegnata in attività fisica e solo un piccolo cambiamento positivo in quel punteggio può significare un po’ per quanto riguarda l’assistenza ai residenti che prendono parte all’attività fisica “, ha detto Lauren Mullenbach, ricercatrice universitaria in campo urbanistico.

Ad esempio, i ricercatori hanno affermato che un aumento di 10 punti nel miglioramento del ParkScore di Atlanta, una città con 420.003 residenti nel 2014, significherebbe che altre 2.688 persone si impegnerebbero in attività fisiche legate al tempo libero.

Le città con parchi più accessibili, spaziose e adeguatamente finanziate sono in cima alla lista, secondo Mullenbach. Le prime cinque città nell’elenco includono Minneapolis e St. Paul, Minnesota; Washington DC; Arlington, Virginia e San Francisco. Le città della Pennsylvania sono nella top 3 della lista. Pittsburgh è classificata al 23 e Philadelphia è posizionata a 30 nella lista.

Secondo i ricercatori, che hanno presentato le loro scoperte nell’ultimo numero della rivista scientifica Preventing Chronic Disease, i pianificatori non devono intraprendere programmi straordinari per migliorare i loro parchi onde aumentare l’attività fisica dei residenti.

“Le città potrebbero fare qualsiasi numero di cose per aumentare il punteggio, e alcuni dei miglioramenti sono relativamente semplici”, ha detto Mullenbach. “Potrebbero spendere di più per i parchi o la programmazione dei parcheggi, espandere la superficie del parco, o aumentare l’accesso alle camminate mettendo marciapiedi nei parchi o aggiungendo qualche altro ingresso”.

I ricercatori hanno combinato tre set di dati pubblici a livello nazionale per studiare le possibili relazioni tra parchi, salute e livelli di attività fisica in 59 città americane. Hanno utilizzato i dati del Centro per il controllo delle malattie e la prevenzione delle 500 città, il rapporto sui fatti del parco cittadino di Trust for Public Land e l’US Census Bureau.

“Sappiamo da anni che ci sono aspetti dei sistemi di parchi cittadini che si collegano ai risultati sanitari, ma non abbiamo mai avuto i dati – le prove – per mettere tutto insieme bene”, ha detto Andrew Mowen, professore di urbanistica, che ha lavorato con Mullenbach. “Lauren è riuscita a legare tutto questo con tale set di dati.”

Parte del problema con il tentativo di ricercare gli effetti sulla salute dei parchi cittadini prima della disponibilità di questi set di dati era che i valori precedenti potrebbero includere i dati dei parchi suburbani e della contea, secondo i ricercatori.

Mentre i ricercatori hanno scoperto che un buon sistema di parchi e giardini pubblici era positivamente correlato alla salute fisica dei residenti, l’effetto non era statisticamente significativo quando si contavano dati demografici e altri fattori legati allo stile di vita.

“Questo potrebbe essere dovuto al fatto che tanti altri fattori – il fumo, l’accesso all’assistenza sanitaria, sono alcuni esempi – sono cruciali per la salute, anche, che i parchi, o l’accesso ai parchi, non possono davvero influire”, ha detto Mowen.

“Un altro grande messaggio è l’effetto collettivo”, ha detto Mowen. “Non è solo la spesa su cui i pianificatori devono lavorare, è il collettivo di quei tre fattori che hanno impatta”.

Categorie:Sport e movimento

Con tag:,