Mangiare

Quante calorie bruciate? Dipende dall’ora del giorno

I ricercatori che hanno pubblicato in Current Biology l’8 novembre la sorprendente scoperta che il numero di calorie bruciate da persona a riposo cambia con l’ora del giorno. A riposo, le persone bruciano il 10% in più di calorie nel tardo pomeriggio e nella prima serata rispetto alle prime ore del mattino.

I risultati rafforzano l’importante ruolo dell’orologio circadiano nel governo del metabolismo. Aiutano anche a spiegare perché le irregolarità negli orari di consumo dei pasti e del dormire a causa del lavoro a turni o di altri fattori possono far prendere peso alle persone.

“Il fatto che a una sola ora del giorno si facesse la stessa cosa bruciando così tante più calorie rispetto a fare la stessa cosa in una diversa ora del giorno ci ha sorpreso”, dice Kirsi-Marja Zitting della Divisione dei disturbi del sonno e circadiani al Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School, autore principale dell’articolo.

Per determinare i cambiamenti nel corso della giornata nel metabolismo oltre agli effetti dell’attività, del ciclo sonno-veglia e della dieta, i ricercatori hanno studiato sette persone in un laboratorio speciale senza alcun indizio su che ora era fuori. Non c’erano orologi, finestre, telefoni o Internet. I partecipanti allo studio avevano assegnato orari per andare a letto e svegliarsi. Ogni notte, quei tempi venivano regolati quattro ore dopo, l’equivalente di viaggiare verso ovest attraverso quattro fusi orari ogni giorno per tre settimane.

“Poiché facevano l’equivalente di girare il globo ogni settimana, l’orologio interno del loro corpo non poteva tenere il passo, e quindi oscillava al suo ritmo”, la coautrice Jeanne Duffy, anch’essa nella Divisione dei disturbi del sonno e circadiani a Brigham and Women’s Hospital, spiega. “Questo ci ha permesso di misurare il tasso metabolico in tutti i diversi orari biologici del giorno.”

I dati hanno mostrato che il dispendio energetico a riposo è più basso nella fase circadiana che i ricercatori hanno designato come ~ 0 °, corrispondente alla diminuzione della temperatura corporea interna nella tarda notte biologica. Il dispendio energetico era più alto nella fase circadiana ~ 180 °, circa 12 ore dopo, nel pomeriggio biologico in serata.

I ricercatori hanno scoperto come il quoziente respiratorio dei partecipanti, che riflette l’utilizzo dei macronutrienti, varia a seconda della fase circadiana. Questa misura era più bassa di sera e più alta nella mattina biologica.

I risultati offrono la prima caratterizzazione di un profilo circadiano nel dispendio energetico a riposo a digiuno e il quoziente respiratorio a digiuno, disgiunto dagli effetti dell’attività, del ciclo sonno-veglia e della dieta nell’uomo, dicono i ricercatori.

“Non è solo ciò che mangiamo, ma quando mangiamo e riposiamo, questo influisce sulla quantità di energia che bruciamo o immagazziniamo come grassi”, dice Duffy. “La regolarità delle abitudini come mangiare e dormire è molto importante per la salute generale.”

Duffy, Zitting e i loro colleghi esamineranno come l’appetito e la risposta del corpo al cibo variano con l’ora del giorno. Stanno anche esplorando come i tempi, la durata e la regolarità del sonno influenzino quelle risposte.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,