Complicanze varie/eventuali

Indicatori clinici precoci della malattia di Addison negli adulti con diabete di tipo 1

Un trattamento medico per la malattia autoimmune della tiroide, un’infezione che richiede il ricovero in ospedale o lo sviluppo della retinopatia dovrebbe “sollevano il sospetto” circa sviluppo della malattia di Addison negli adulti con diabete di tipo 1, secondo i risultati di uno studio basato sul registro condotto in Svezia.

La combinazione di diabete concomitante di tipo 1 e malattia di Addison è rara e associata a un rischio più elevato di quattro volte maggiore di morte prematura rispetto a pazienti con solo diabete di tipo 1, Dimitrios Chantzichristos , MD, primario presso l’ospedale universitario di Sahlgrenska a Göteborg, Svezia, e i colleghi hanno scritto sullo sfondo dello studio. Inoltre, la malattia di Addison può essere una componente della sindrome poliendocrina autoimmune di tipo 2 quando si verifica in combinazione con diabete di tipo 1 o malattia tiroidea autoimmune o con entrambi.

Pubblicità e progresso

“Poiché il rischio di sviluppare la malattia di Addison tra i pazienti con diabete di tipo 1 è più di 10 volte superiore rispetto alla popolazione generale, la consapevolezza di questo rischio è della massima importanza tra i medici che gestiscono i pazienti con tale patologia,” I ricercatori hanno scritto.

In uno studio caso-controllo, Chantzichristos e colleghi hanno analizzato i dati di tutti gli adulti con diabete di tipo 1 e malattia concomitante di Addison riportati nel Registro nazionale svedese del diabete tra il 1998 e il 2012 (n = 66; 39 uomini; età media, 35 anni), escluso quelli con una diagnosi di malattia di Addison che ha preceduto la diagnosi di diabete di tipo 1. I ricercatori hanno confrontato ogni paziente con cinque pazienti di controllo con solo diabete di tipo 1, in base all’età, al sesso, alla durata del diabete di tipo 1 e all’anno solare quando inclusi nello studio (n = 330, 197 uomini, età media, 35 anni). I ricercatori hanno valutato i dati clinici e le prescrizioni dei farmaci prima del basale e prima della diagnosi della malattia di Addison e utilizzato l’analisi dei modelli di covarianza per stimare le proporzioni di gruppo per i confronti.

Tra i pazienti con concomitante malattia di Addison, i ricercatori hanno osservato una maggiore frequenza di complicazioni diabetiche multiple nei 2 anni precedenti la diagnosi rispetto ai controlli (13,6% vs 4,8%), in particolare, retinopatia (12,1% vs 2,1%) e una frequenza più elevata di infezioni che richiedevano il ricovero in ospedale (16,7% vs 2,1%). Inoltre, hanno osservato frequenze più elevate nella prescrizione di farmaci tiroidei e / o antitiroidei tra i casi rispetto ai controlli (28,8% vs 7%), nonché frequenze più elevate nella prescrizione di farmaci sedativi e / o antidepressivi (24,2% vs 10,6% ) e glucagone (18,2% vs 6,4%). Secondo i ricercatori non c’erano differenze tra i gruppi di HbA1c prima del basale o prima della diagnosi della malattia di Addison.

Hanno anche osservato che il 29% e il 33% dei pazienti con diabete di tipo 1 e malattia di Addison hanno ricevuto un trattamento con farmaci tiroidei e / o antitiroidei, rispettivamente, prima e dopo la diagnosi della malattia di Addison.

“I nostri pazienti dello studio avevano già, più di 2 anni prima che venissero diagnosticati [con malattia di Addison], una frequenza più alta di trattamento per la malattia della tiroide rispetto ai controlli con [diabete di tipo 1] da soli”, hanno scritto i ricercatori. “Di conseguenza, dovrebbe essere prestata maggiore attenzione allo sviluppo della malattia di Addison in pazienti con concomitante diabete di tipo 1 e malattia autoimmune della tiroide”.

I ricercatori hanno anche osservato che lo sviluppo della retinopatia diabetica potrebbe anche essere associato alla carenza di glucocorticoidi e allo sviluppo della malattia di Addison tra i pazienti con diabete di tipo 1.

“Questi dati suggeriscono che il trattamento medico per la malattia della tiroide, una grave infezione e la prescrizione di glucagone per l’ipoglicemia grave dovrebbe sollevare il sospetto di sviluppo della malattia di Addison negli adulti con diabete di tipo 1”, hanno scritto i ricercatori.