Varie

I progressi verso gli obiettivi nella salute stanno rallentando a livello mondiale

I progressi globali nella salute sono rallentati e i miglioramenti nella salute sono distribuiti in modo non uniforme, secondo una serie di articoli pubblicati in un numero speciale di The Lancet, evidenziando il fatto che il progresso globale nella salute non è inevitabile.

I ricercatori del Global Burden of Disease Study (GBD) 2017 hanno fornito stime dell’esperienza di mortalità delle popolazioni a livello globale utilizzando dati dal 1950 al 2017 per 195 paesi e territori e località subnazionali.

I ricercatori hanno scoperto che ci sono stati successi globali nella mortalità, come l’ampio declino per i bambini sotto i 5 anni, ma altri modelli di mortalità mostrano motivi di preoccupazione, specialmente tra gli uomini adulti e, in misura minore, le donne adulte. I tassi di fertilità totali sono diminuiti durante il periodo di studio, ma con il declino della mortalità, la popolazione globale ha continuato a crescere.

I miglioramenti nella salute globale sono stati ripartiti in modo non uniforme tra le popolazioni, con una disparità continua nei tassi di mortalità per sesso attraverso gruppi di età; per alcune malattie comuni, riduzioni dei tassi di mortalità stanno rallentando o sono cessati, mentre ci sono stati aumenti per cause selezionate. I tassi standardizzati in anni per tutte le età e standardizzati vissuti con disabilità sono migliorati solo leggermente dal 1996 al 2017; tuttavia, c’è stata un’espansione globale della gravità del carico di malattia non fatale.

La speranza di vita è in aumento nella maggior parte dei paesi, ma in alcuni gli anni aggiuntivi di vita guadagnati vengono spesi in condizioni di salute precarie. Gli effetti della crescita della popolazione e dell’invecchiamento sono stati ampiamente compensati dalla diminuzione dei rischi comportamentali, ambientali e occupazionali in relazione all’andamento della malattia assoluta fardello. Infine, le attuali proiezioni mostrano che molti obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite legati alla salute, malattie non trasmissibili (NCD), rischi connessi alla NCD e indicatori relativi alla violenza richiedono azioni politiche e investimenti orientati alla prevenzione per raggiungere gli obiettivi del 2030.

“Non solo i dati globali amalgamati mostrano un preoccupante rallentamento in corso, ma i dati più granulari rivelano esattamente quanto siano stati chiari i progressi,” scrivono gli autori. “GBD 2017 ci ricorda che, senza vigilanza e sforzo costante, i progressi possono essere facilmente invertiti”.

Categorie:Varie

Con tag:,