Mangiare

Proteine e T1D

RitaE / Pixabay

Le proteine ??alimentari influenzano sia la dose che il modello di somministrazione di insulina necessaria per raggiungere l’euglicemia postprandiale nel diabete di tipo 1: lo rileva uno studio randomizzato.

I ricercatori del Princess Margaret Hospital for Children, Perth, WA, Australia hanno condotto questo studio per quantificare il fabbisogno di insulina in un pasto ricco di proteine ??rispetto a un pasto a basso contenuto di proteine, controllando il contenuto di carboidrati e grassi.

In questo studio crossover, i giovani con diabete di tipo 1 sono stati randomizzati a consumare un pasto ad alto (60 g) o basso contenuto proteico (5 g), ciascuno contenente 30 g di carboidrati e 8 g di grassi. Una variazione della tecnica del clamp di insulina è stata utilizzata per determinare il fabbisogno di insulina volto a mantenere l’euglicemia per le successive 5 ore.

Un totale di 11 partecipanti (media ± sd 16,5 ± 2,7 anni, HbA 1c 52 ± 8,7 mmol / mol [6,9 ± 0,8%], durata del diabete 6,9 ??± 5,1 anni) ha completato lo studio. Il fabbisogno medio di insulina per la farina ad alto contenuto proteico era più alto rispetto alla farina a basso contenuto proteico [10.3 (CI 8.2, 12.57) contro 6.7 unità (CI 4.7, 8.8); P = 0,001], con requisiti interindividuali che vanno da 0,9 a 6 volte il fabbisogno di farina a basso contenuto proteico. Circa la metà dell’insulina addizionale [1,1 unità / h (CI 0,5, 1,8; P = 0,001)] è stata somministrata nelle prime 2 ore, rispetto a 0,5 addizionali / h (CI -0,2, 1,2; P = 0,148) nel secondo 2 ore e 0,1 unità (CI -0,6, 0,8; P = 0,769) nell’ora finale.

Un pasto ad alto contenuto proteico richiede circa il 50% in più di insulina per mantenere l’euglicemia rispetto a un pasto a basso contenuto di proteine ??che contiene la stessa quantità di carboidrati. La maggior parte è richiesta entro le prime 2 ore. Esistono differenze interindividuali nel fabbisogno di insulina per le proteine ??alimentari. 

Ricerca pubblicata nella rivista Diabetic Medicine del 11 dicembre 2018.

Categorie:Mangiare, Terapie

Con tag:,