Sport e movimento

Il pancreas artificiale fa differenze?

Pexels / Pixabay

L’età, il sesso e la forma fisica possono influire sulle risposte di glucosio nel sangue per l’esercizio nel diabete di tipo 1?

I sistemi a ciclo chiuso per pazienti con diabete di tipo 1 stanno progredendo rapidamente. Nonostante questi progressi, i sistemi attuali possono avere difficoltà nel gestire lo stress acuto dell’esercizio.

Pubblicità e progresso

Gli algoritmi per prevedere le variazioni glicemiche indotte dall’esercizio nei sistemi attuali sono per lo più derivati ??da dati che riguardano maschi relativamente giovani e in forma.

Non si sa molto sull’entità delle variabili confondenti come il sesso, l’età e il livello di forma fisica – fattori sottostanti e incontrollabili che potrebbero influenzare il controllo glicemico durante l’esercizio.

Le differenze legate al sesso nelle risposte ormonali all’esercizio fisico esistono negli studi che coinvolgono individui senza diabete e comportano un alterato metabolismo del carburante durante l’esercizio.

L’aumento dell’età è associato ad attenuata risposta alle catecolamine e ad una minore ossidazione dei carboidrati durante l’attività. Inoltre, i più alti livelli di fitness possono alterare le risposte ormonali e di selezione del carburante all’esercizio fisico.il diabete di tipo 1 è una comprensione limitata di come queste variabili influenzano i livelli di glucosio nel sangue durante diversi tipi, tempi e intensità dell’attività in individui con diabete di tipo 1 (T1D).

Pertanto, al momento non vi sono informazioni sufficienti per modellare un sistema a ciclo chiuso in grado di prevederlo in modo accurato e coerente per prevenire l’ipoglicemia. Inoltre, gli studi che coinvolgono entrambi i sessi, insieme a una serie di età e livelli di fitness, sono necessari per creare un sistema a ciclo chiuso che sarà più preciso nella regolazione della glicemia durante l’esercizio in un’ampia varietà di individui con T1D.

Il report è stato curato dai ricercatori del laboratorio di attività fisica e diabete, Alberta Diabetes Institute, Edmonton, AB, Canada e pubblicato nella rivista Frontiers in Endocrinology – Diabetes del 14 novembre 2018.