Sport e movimento

I medici dovrebbero raccomandare più spesso modifiche sane dello stile di vita ai loro pazienti

voltamax / Pixabay

I medici danno ai loro pazienti consigli su cambiamenti nello stile di vita sano troppo raramente. Un’analisi statistica dei dati sanitari statunitensi condotta dai ricercatori di MedUni Vienna insieme a partner internazionali ha dimostrato che le persone sofferenti di obesità, diabete e altre condizioni ad alto rischio sono troppo raramente incoraggiate a mangiare in modo più sano e a fare più esercizio fisico. Molto più l’accento dovrebbe essere posto su tale parere medico, secondo i ricercatori.

Nel National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), ai pazienti statunitensi è stato chiesto se il loro fornitore di servizi sanitari li avesse informati di eventuali modifiche dello stile di vita che dovevano apportare. Come dimostrato da studi precedenti, la consulenza medica svolge un ruolo importante nell’incoraggiare i pazienti ad adottare uno stile di vita più sano.

Pubblicità e progresso

L’ analisi statistica condotta dal gruppo di ricerca guidato da Igor Grabovac del Dipartimento di medicina sociale e preventiva di MedUni Vienna (Centro per la salute pubblica) ha mostrato che le consultazioni mediche raramente includono consigli preventivi per pazienti sani / normopeso (9,8 % hanno ricevuto consigli sull’esercizio fisico e 1% sulla nutrizione e l’esercizio fisico). E anche quelli in gruppi ad alto rischio, come le persone con obesità, diabete o ipertensione, troppo raramente ricevono consigli medici sull’adozione di uno stile di vita più sano. Ad esempio, solo il 56% dei pazienti con una combinazione di obesità e diabete riferisce di aver ricevuto incoraggiamento dal proprio medico per modificare il proprio stile di vita.

Le persone che sono in buona salute ma già sovrappeso o addirittura obese devono agire rapidamente per prevenire l’insorgere di condizioni come ipertensione, diabete o malattie cardiovascolari. Questo può essere fatto solo facendo cambiamenti nello stile di vita. Tuttavia, solo il 20 percento di questo gruppo ha ricevuto un parere pertinente dal proprio medico.

La situazione è simile in Austria?

“Non ci sono studi statistici comparabili in Austria, come il NHANES, e quindi è difficile dire se la situazione sia simile qui”, spiega il principale investigatore Igor Grabovac. “Tuttavia, è chiaro che il sistema sanitario negli Stati Uniti manca un’occasione importante per l’assistenza sanitaria preventiva”.

I ricercatori prevedono di condurre ulteriori analisi statistiche dal set di dati disponibili e anche di raccogliere dati specifici per l’Austria. “Stiamo pianificando di condurre le nostre indagini sulla situazione nelle cliniche ambulatoriali austriache nel prossimo futuro”, afferma Grabovac.

Ma se volete una mia personale conclusione: USA, Austria e Italia, tutto il mondo è paese per quanto riguarda questa materia.

Studio pubblicato sul L’American Journal of Medicine del 15 dicembre 2018.

Categorie:Sport e movimento

Con tag:,,