Counseling/consulenze

Disturbi alimentari nelle ragazze con diabete tipo 1

Il peggioramento del controllo metabolico e la dinamica dello stato ponderale nelle ragazze adolescenti indicano i disordini alimentari nei primi anni dopo la manifestazione del diabete mellito di tipo 1.

I pediatri del Dipartimento di Endocrinologia Pediatrica, Diabete e Medicina della Nutrizione, dell’Ospedale Vestische, Università di Witten / Herdecke, Germania hanno valutato le indicazioni di disturbi alimentari nelle ragazze con diabete mellito di tipo 1 (T1DM).

In totale sono state analizzate 31 556 ragazze di età> 6 mesi e <23 anni di età con T1DM della coorte Diabetes Patienten Verlaufsdokumentation (DPV), tra cui 155 (0,49%) ragazze con anoressia nervosa, 85 (0,27%) ragazze con bulimia nervosa, 45 (0,14%) ragazze con disturbo da alimentazione incontrollata e 229 (0,73%) ragazze con disturbi alimentari non specificate altrimenti. Le caratteristiche del paziente, i cambiamenti di peso, il numero di soggetti con grave ipoglicemia e chetoacidosi diabetica (DKA), i cambiamenti dei livelli di emoglobina A1c (HbA1c) glicosilati, l’uso di pompe e la prevalenza di celiachia e tiroidite autoimmune sono stati confrontati tra le ragazze con e senza disturbi alimentari. Sono state eseguite analisi di regressione logistica multiple.

I disordini alimentari erano significativamente associati con l’età puberale tardiva, il non utilizzo delle pompe, nessun background di migrazione, aumento dei livelli di HbA1c, aumento delle frequenze di DKA e grave ipoglicemia, e la celiachia non era correlata ai disturbi alimentari. Differenze significative nei livelli di HbA1c, prevalenza di DKA e grave ipoglicemia tra ragazze con e senza disturbi alimentari erano già rilevabili nei primi anni dopo l’esordio di T1DM. Una diminuzione dell’indice di massa corporea (BMI) -SDS ha aumentato il rischio di anoressia nervosa in comorbilità (7,1 volte [IC 95% 3,6-14,3] rispetto a BMI-SDS stabile, 6,9 volte [IC 95% 3,4-14,1] in confronto ad aumento di BMI-SDS).

Uno scarso controllo metabolico e un aumento dei tassi di DKA e grave ipoglicemia nei primi anni dopo la manifestazione di T1DM può essere un suggerimento per i disturbi alimentari nelle ragazze con DM1 e la perdita di peso è specifica per l’anoressia nervosa. Queste caratteristiche cliniche dovrebbero portare allo screening per i disturbi alimentari, specialmente in tarda età puberale.