Ricerca

La fonte della giovinezza del sistema immunitario

Il trattamento farmacologico elimina le cellule senescenti dai tessuti dei vecchi topi. La colorazione blu mostra cellule senescenti nei polmoni e nel tessuto epatico. La quantità di colorazione è significativamente ridotta dopo il trattamento farmacologico

Aiutare il sistema immunitario a ripulire le vecchie cellule dai topi anziani ha contribuito a ripristinare le caratteristiche giovanili.

Se solo potessimo mantenere il nostro corpo giovane, sano ed energico, anche se raggiungiamo la saggezza degli anni. Una nuova ricerca al Weizmann Institute of Science suggerisce che questo sogno potrebbe essere almeno in parte ottenibile in futuro. I risultati di questa ricerca, guidati dal Prof. Valery Krizhanovsky e dal Dr. Yossi Ovadya nel Dipartimento di Biologia Cellulare Molecolare, sono stati recentemente pubblicati su Nature Communications.

La ricerca è iniziata con un’indagine sul modo in cui il sistema immunitario è coinvolto in un’attività cruciale: eliminare le vecchie cellule senescenti che provocano problemi per il corpo quando si aggirano. Le cellule senescenti – non completamente morte ma che soffrono di perdita di funzione o danno irreparabile – sono implicate nelle malattie dell’invecchiamento promuovendone l’infiammazione. I ricercatori hanno usato topi in cui mancava un gene cruciale per questa attività immunitaria. A due anni (età anziana per i topi), i corpi di questi roditori avevano un maggiore accumulo di cellule senescenti rispetto a quelli in cui il gene per la rimozione di queste cellule era intatto. I topi mancanti del gene soffrivano di infiammazione cronica, e varie funzioni nel loro corpo sembravano essere diminuite. Apparivano anche più vecchi – e morivano prima – rispetto alle loro controparti normali.

Successivamente, i ricercatori hanno dato ai topi un farmaco che inibisce la funzione di alcune proteine ??che aiutano le cellule dell’invecchiamento a sopravvivere nel loro stato senescente, per vedere se ciò contribuirebbe alla rimozione di queste cellule dal corpo. I farmaci venivano somministrati ai topi il cui invecchiamento era il risultato dei malfunzionamenti che il gruppo aveva scoperto nel sistema immunitario e di quelli che soffrivano di un invecchiamento precoce a causa di un errore genetico diverso. I topi trattati hanno risposto eccezionalmente bene al farmaco: i loro esami del sangue e test di attività hanno mostrato un miglioramento, e i loro tessuti sembravano essere molto più vicini a quelli dei topi giovani. Gli scienziati nel conteggio delle cellule senescenti, ne hanno trovato molte meno rimaste nei corpi dei topi trattati; e quando hanno cercato segni di infiammazione, si è scoperto che anche questo era significativamente più basso.

Gli scienziati intendono continuare a esplorare modi per spingere il corpo umano a rimuovere le sue vecchie cellule senescenti, in particolare per individuare i mezzi utili ad attivare il sistema immunitario per fare questo lavoro. Cioè, se la sperimentazione futura dimostra che le loro teorie sono corrette, potrebbero finire per creare terapie veramente “anti-invecchiamento”.

###

La ricerca del Prof. Valery Krizhanovsky è supportata dal Sagol Institute for Longevity Research; l’Istituto Ilse Katz per le scienze dei materiali e la ricerca sulla risonanza magnetica; la Fondazione Rising Tide; la Fondazione Quinquin; Mr. and Mrs. Bruce Kanter; e il Consiglio europeo della ricerca.

L’Istituto di scienza Weizmann a Rehovot, in Israele, è una delle istituzioni di ricerca multidisciplinare di più alto livello al mondo. Nota per la sua vasta esplorazione delle scienze naturali ed esatte, l’Istituto ospita scienziati, studenti, tecnici e personale di supporto. Gli sforzi di ricerca dell’Istituto comprendono la ricerca di nuovi modi per combattere le malattie e la fame, sondando la fisica della materia e dell’universo, creando nuovi materiali e sviluppando nuove strategie per proteggere l’ambiente.

E con questo contributo chiudo il 2018: da parte mia e di tutti gli autori gli auguri per un splendido nuovo anno 2019!

Categorie:Ricerca

Con tag: