Sport e movimento

Vuoi tenerti in forma con l’anno nuovo? Questa ricerca può aiutarti

La nostra determinazione presa a Capodanno per visitare la palestra o fare più esercizio non deve essere una pugnalata al buio con l’aiuto di un supporto psicologico intelligente, secondo un team di ricercatori.

Gli esperti dell’Università di Manchester, della Leeds Becket University e della National University of Ireland Galway hanno studiato le tecniche più efficaci per cambiare l’attività fisica degli adulti usando un concetto noto come auto-efficacia.

Lo studio del concetto, che si riferisce alla credenza nella nostra capacità di comportarsi in un modo che produce una performance specifica e pubblicato in Annals of Behavioral Medicine, ha messo insieme i risultati di un’analisi di 180 studi randomizzati.

Sebbene sia noto da tempo che livelli più elevati di autoefficacia sono associati a performance più alte di attività fisica, non è chiaro quali tecniche possano aumentare al meglio l’autoefficacia negli over 18 nel loro complesso.

La campagna “This Girl Can” per promuovere lo sport tra le donne, afferma il team, è un primo esempio di come l’autoefficacia possa essere utilizzata per incoraggiare la partecipazione allo sport.

Il ricercatore capo Dr. Mei Yee Tang dell’Università di Manchester ha dichiarato: “Una delle più grandi influenze del nostro comportamento è la convinzione: se crediamo di essere capaci di fare qualcosa, allora è più probabile che dedichiamo impegno a questo e ci sentiamo di poter farlo anche se potrebbe essere un compito difficile.”

Il team ha scoperto che più tecniche usiamo, più efficaci possono essere nel mantenere la nostra autoefficacia – la percezione delle nostre capacità e la sua influenza sul nostro comportamento – a più lungo termine.

Tuttavia, i ricercatori hanno anche scoperto che le tecniche comunemente usate come dare informazioni alle persone sui benefici per la salute dell’attività fisica non erano efficaci nell’aumentare l’autoefficacia.

Il Dr. Tang ha aggiunto: “Non siamo stati in grado di trovare modelli chiari di tecniche che dovrebbero essere usate insieme, o le quali potrebbero non funzionare altrettanto bene insieme, aumentando l’autoefficacia.

“Precedenti revisioni simili che hanno esaminato specifiche popolazioni di adulti hanno riscontrato come le tecniche di autoregolamentazione quali la fissazione di obiettivi di attività fisica e il monitoraggio del comportamento dell’attività stessa sono efficaci per aumentare l’autoefficacia negli adulti obesi e adulti senza condizioni cliniche.

“Eppure, queste tecniche erano associate ad una minore autoefficacia negli anziani. Negli anziani, le tecniche come l’impostazione di compiti graduali, quali, ad esempio, l’aumentare lentamente la distanza percorsa ogni volta, sono risultate più efficaci per tale popolazione.

“Pertanto, è importante sottolineare che non esiste un singolo “obiettivo magico” che possa aumentare l’autoefficacia dell’attività fisica in tutti gli adulti.

“Dal primo gennaio dobbiamo pensare a fattori quali l’età e qualsiasi malattia o condizione se vogliamo sostenere noi stessi e i nostri cari nel raggiungere la loro attività fisica correlata alla determinazione di Capodanno.”