Donne e diabete

Dieta equilibrata, l’esercizio fisico non può prevenire il diabete gestazionale

TesaPhotography / Pixabay

Potrebbe essere il momento di riconsiderare la saggezza convenzionale per prevenire il diabete gestazionale: limitare l’aumento di peso e aumentare l’attività fisica.

“I nostri dati suggeriscono che in gravidanza, il bilancio energetico – le calorie consumate rispetto alle calorie bruciate – potrebbe non determinare lo sviluppo del diabete gestazionale”, ha detto Leanne Redman, Ph.D., direttore dell’endocrinologia riproduttiva del centro di ricerca biomedica LSU Pennington e del Laboratorio salute delle donne. “Noi e altri ora crediamo che ci siano diversi tipi di diabete gestazionale i quali giustificano approcci diversi al trattamento e alla prevenzione”.

Il nuovo studio biomedico di Pennington è l’ultima prova che la strategia “di prima linea” per prevenire il diabete mellito gestazionale non funziona. Negli ultimi cinque anni, più di 5.000 donne in gravidanza hanno preso parte a studi clinici focalizzati sulla limitazione dell’aumento di peso al fine di prevenire il diabete gestazionale.

Il risultato? Le future mamme hanno migliorato la loro dieta, hanno mangiato meno e aumentato la loro attività fisica. Hanno anche sviluppato il diabete gestazionale all’incirca con le stesse percentuali delle donne che non hanno modificato la dieta o i livelli di attività.

“Prevenire il diabete gestazionale non è così semplice come ridurre l’aumento di peso “, ha detto Jasper Most, Ph.D., co-autore principale dello studio. “Potrebbe richiedere più approcci individualizzati basati sui fattori di rischio di ciascuna persona”.

Alcune donne possono sviluppare il diabete gestazionale perché il loro pancreas non si adatta adeguatamente alla produzione di insulina aggiuntiva per soddisfare l’aumento della domanda in gravidanza, ha detto il Dr. Most. Altri possono sviluppare il diabete gestazionale perché i loro muscoli e fegati diventano più resistenti all’insulina.

Il nuovo studio di Pennington Biomedical è pubblicato su Cell Metabolism.

Lo studio quinquennale ha esaminato 62 donne incinte con obesità. Nove con diabete gestazionale sviluppato.

I ricercatori hanno scoperto che:

  • I principali fattori di rischio per il diabete gestazionale, come il grasso in eccesso e la resistenza all’insulina, erano evidenti all’inizio della gravidanza.
  • Le donne che sviluppavano il diabete gestazionale tendevano ad essere più pesanti. Hanno pesato 10 sterline a 35 sterline in più. Avevano anche più grasso corporeo, da 7 sterline a 25 sterline e molto più grasso intorno alla vita.
  • Le donne hanno anche avuto più parenti con diabete, livelli di glicemia a digiuno significativamente più elevati e una maggiore prevalenza di prediabete. Redman ha detto che i risultati dello studio non significano che le donne in gravidanza dovrebbero abbandonare i loro sforzi per mangiare una dieta più sana ed essere fisicamente attivi.

“Ma i risultati sottolineano la necessità di capire meglio il modo in cui si sviluppa il diabete gestazionale nelle donne con obesità”, ha detto il dott. Redman.

Una nuova ricerca è necessaria in altri fattori che portano alla resistenza all’insulina in gravidanza, ha detto il dott. Redman. Nel loro prossimo studio, gli scienziati sperano di classificare meglio i diversi tipi di diabete gestazionale e di studiare il bilancio energetico oltre alla secrezione di insulina.

Il diabete gestazionale porta a problemi di salute per la madre e il bambino, problemi che possono estendersi ben oltre la gravidanza. Tra le altre cose, circa il 50% delle donne con diabete gestazionale sviluppano il diabete di tipo 2, secondo i Centri federali per il controllo delle malattie. I bambini esposti al diabete gestazionale hanno maggiori probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 e hanno un rischio maggiore di sovrappeso o obesità.