Varie

Come faccio a sapere se sono disidratato?

È un messaggio che ci è stato inculcato fin dall’infanzia. Bevi acqua, soprattutto quando fa caldo, altrimenti ti disidraterai.

Ma come fai a sapere se sei disidratato? Chi è più a rischio? E cosa puoi fare a riguardo?

Cos’è la disidratazione e perché è importante?

Quando le persone usano il termine disidratazione, di solito si riferiscono a ciò che i dottori chiamano “deplezione di volume” o ipovolemia.

L’esaurimento del volume è una riduzione del volume d’acqua nei vasi sanguigni. Ma la disidratazione è molto diversa ed è meno comune. È la perdita di acqua da entrambi i vasi sanguigni e dalle cellule del corpo.

I medici sono preoccupati per l’esaurimento del volume e la disidratazione perché è necessaria un’idratazione adeguata affinché l’organismo funzioni normalmente. L’acqua mantiene la temperatura corporea e lubrifica le articolazioni. Le cellule del nostro corpo si affidano all’acqua così come i nostri sistemi circolatorio, respiratorio, gastrointestinale e neurologico.

Un grave caso di esaurimento del volume può portare a shock e collasso. Senza rianimazione con liquidi, le conseguenze potrebbero essere devastanti.

Acqua, acqua dappertutto

Una persona di 70 kg è composta da 40 l (40 kg) d’acqua. Due terzi di quell’acqua si trovano nelle cellule (intracellulari), un terzo all’esterno delle cellule (extracellulari).

Al di fuori delle cellule, il 20% dell’acqua corporea si trova nel plasma (circa 3 l), che insieme alle cellule dei globuli rossi (2 l) dà un totale di 5 l di sangue. È il movimento dell’acqua tra i compartimenti che mantiene la composizione biochimica di ciascuno, consentendo alle cellule e al corpo di funzionare normalmente.

Il volume totale di acqua corporea (acqua sia nei vasi sanguigni che nelle cellule del corpo) è straordinariamente costante data la grande variazione di quanto un individuo possa prendere e perdere ogni giorno.

L’assunzione di acqua è dovuta principalmente a quanto e a quanto si beve e si mangia, e la variazione giornaliera è regolata dal rene, che altera la produzione di urina.

La funzione principale del rene è di regolare il volume e la composizione dei fluidi corporei entro limiti ristretti alterando la produzione.

Quando bevi grandi quantità di liquidi, il tuo corpo può permettersi di sbarazzarsi di una maggiore quantità di urina diluita. Ma quando bevi una quantità minima di liquido, la tua urina è concentrata e passi solo un piccolo volume.

Se stai urinando meno spesso del normale, o urinando piccoli volumi di urina di colore più scuro, potrebbe essere il momento di bere più acqua.

Altre piccole perdite di acqua comprendono feci, sudore e polmoni.

Quindi, se hai la diarrea o ti stai allenando al caldo, per esempio, dovrai bere più liquidi.

Man mano che il liquido viene perso dal compartimento extracellulare, come nei casi di diarrea e vomito o emorragia, è possibile sviluppare sintomi di deplezione di volume tra cui:

  • sete, compresa una bocca secca
  • capogiri, in particolare quando si è in piedi a causa della bassa pressione sanguigna (conseguenza della perdita di volume)
  • e quando molto grave, confusione (una conseguenza dell’ossigenazione inadeguata del cervello).

I medici potrebbero anche notare:

  • che ci vuole più tempo per la pelle a reagire quando viene pizzicata (noto come turgore cutaneo ridotto )
  • bassa pressione sanguignacome una riduzione del volume colpisce direttamente la pressione sanguigna
  • un aumento della frequenza cardiaca, nel tentativo da parte del corpo di mantenere la pressione sanguigna
  • peso ridotto in quanto il fluido costituisce i due terzi del peso corporeo. Una perdita di 1 litro di fluido sarà indicata come una diminuzione di 1 kg sulla bilancia.

Le analisi del sangue spesso rivelano un grado di compromissione renale. Questo perché i reni richiedono un flusso sanguigno elevato per funzionare normalmente.

Nei casi di deplezione di volume e riduzione della pressione sanguigna, il flusso di sangue ai reni è compromesso e vanno in uno stato di “shock”. Principalmente questo è reversibile quando il volume e la pressione sanguigna vengono ripristinati.

Poiché non esiste un singolo test per l’esaurimento del volume, i medici faranno una diagnosi dopo aver preso nota della tua storia, esaminando te e una combinazione di esami del sangue e delle urine.

Ecco cosa è successo a Tom

Recentemente sono stato chiamato all’ospedale quando, alle 21.45 di domenica, ho ricevuto una chiamata dal pronto soccorso.

Tom, un uomo di 78 anni, era entrato in ambulanza dopo che i vicini l’avevano trovato sul pavimento della sua camera da letto. La cognizione di Tom non era eccezionale nel migliore dei casi, e quella notte non poté dirci per quanto tempo era rimasto sul pavimento.

Non c’erano lesioni evidenti, la sua pressione sanguigna era bassa (100 / 60mmHg), la frequenza cardiaca alta (98 battiti al minuto) e la sua temperatura era normale. Gli esami del sangue hanno mostrato che aveva bassi livelli di sodio e compromissione renale.

Tom era stato nel pronto soccorso per sei ore prima che arrivasse la telefonata; in quel momento non era passata l’urina. Tutto puntava sull’esaurimento del volume.

Abbiamo trattato Tom con liquidi per via endovenosa. Aveva bisogno di 5L per 48 ore, dopo di che stava passando di nuovo l’urina. La sua pressione sanguigna era tornata ai normali 140 / 70mmHg, la sua funzione renale si era normalizzata e il suo peso era passato da 46 kg all’ammissione a 50 kg.

Tom ci ha detto che era caduto mentre si alzava la notte. Era rimasto a terra per la maggior parte del giorno dopo e non aveva mangiato né bevuto nulla per ore.

Chi è più a rischio e perché?

Alcuni gruppi sono più suscettibili all’esaurimento del volume, tra cui:

  • gli anzianicome Tom, poiché l’acqua corporea totale si riduce con l’età e gli anziani spesso hanno una sensazione di sete ridotta. Molte persone anziane hanno anche altri problemi di salute tra cui l’insuffficienza renale cronica, che può avere un impatto sulla capacità di concentrare l’urina quando il volume è esaurito
  • bambini, perché non sono in grado di articolare quando hanno sete. Hanno un tasso metabolico più elevato rispetto agli adulti, il che significa una maggiore richiesta di fluido
  • persone con meccanismi di sete alterata come gli anziani o le persone con alcune lesioni cerebrali
  • persone che perdono grandi volumi di liquidi attraverso l’intestino (dalla diarrea o attraverso una colostomia)
  • persone che assumono farmaci i quali promuovono la perdita d’acqua, in particolare diuretici, spesso indicati come compresse d’acqua.

Questi gruppi vulnerabili devono essere consapevoli dell’aumentato rischio di deplezione di volume, devono minimizzare il rischio mantenendo i livelli di liquidi, riconoscendo i sintomi di esaurimento del volume precocemente e cercare un trattamento tempestivo, incluso andare in ospedale se necessario.

Se si verificano i sintomi dell’esaurimento del volume, è importante prestare attenzione. A casa, inizia con l’acqua se hai sete. Una volta che le vertigini sono presenti, si è verificata una significativa perdita di volume ed è necessario un viaggio dal medico. La confusione richiede un trattamento di emergenza.

Che ne dici di una disidratazione fisiologica?

La disidratazione fisiologica, che si verifica quando l’acqua viene persa sia dai vasi sanguigni sia dal compartimento delle cellule del corpo, è distinta dall’impoverimento del volume. Ma ci sono molti sintomi sovrapposti, come la sete, un calo della pressione sanguigna e quando grave, confusione.

La disidratazione può verificarsi con livelli elevati di zucchero nel sangue prolungati e sostenuti come può verificarsi con il diabete. Questo perché gli alti livelli di zucchero nel sangue estraggono l’ acqua dalle cellule nel tentativo di abbassare i livelli. Livelli di zucchero alti ti fanno anche passare più urina. Quindi in questo caso c’è perdita di fluido da entrambi i compartimenti intracellulari ed extracellulari.

Quindi per quelli con diabete, il monitoraggio dei livelli di zucchero nel sangue è importante. Se il livello di zucchero nel sangue è persistentemente elevato, è importante consultare un medico per ridurlo in modo sicuro e prevenire la disidratazione.

In poche parole

L’acqua è di vitale importanza per la normale funzione del corpo. L’esaurimento del volume può verificarsi in qualsiasi momento dell’anno, ma le persone sono particolarmente inclini durante i mesi estivi. La chiave è la prevenzione e sapere quali sono i segni e i sintomi. Quindi in estate mantieni i tuoi liquidi; parla con il tuo medico di eventuali farmaci che potrebbero aver bisogno di aggiustamenti (come i diuretici) e tieni d’occhio gli amici, la famiglia e i vicini.

 

Categorie:Varie

Con tag: