Sport e movimento

L’impatto dell’esercizio fisico sulle prestazioni del sensore di FreeStyle Libre

L’impatto dell’esercizio fisico sulle prestazioni del sensore di FreeStyle Libre ha visualizzato in modo intermittente il sistema di monitoraggio continuo del glucosio nelle persone con diabete di tipo 1: uno studio incrociato randomizzato.

Per valutare le prestazioni del sensore di FreeStyle Libre è stato visualizzato in modo intermittente il sistema di monitoraggio continuo del glucosio utilizzando i livelli glicemici di riferimento durante l’esercizio a intensità moderata mentre si è in dose di insulina basale completa o ridotta nelle persone con diabete di tipo 1 .

Pubblicità e progresso

Dieci partecipanti con diabete di tipo 1 [quattro donne, di età media ± sd 32,1 ± 9,0 anni, BMI 25,5 ± 3,8 kg / m 2 , HbA 1c55 ± 7 mmol / mol (7,2 ± 0,6%)] esercitati su un cicloergometro per 55 minuti a intensità moderata per 5 giorni consecutivi presso la struttura di ricerca clinica, ricevendo la dose di insulina basale usuale o al 75%. Dopo un periodo di washout di 4 settimane, i partecipanti hanno eseguito il secondo periodo di esercizio passando alla dose di insulina basale alternativa. Durante l’esercizio, i valori di glicemia capillare di riferimento sono stati analizzati utilizzando il metodo completamente enzimatico-amperometrico e confrontati con i valori di glucosio interstiziale ottenuti. L’accuratezza del monitoraggio continuo della glicemia è stata analizzata in base alla differenza relativa di intervallo mediano (intervallo interquartile) e griglia di errore di Clarke e Bland-Altman per i livelli di glucosio complessivi durante l’esercizio, stratificata per intervallo glicemico e schema di dosaggio dell’insulina basale (P <0,05).

Un totale di 845 valori di glucosio erano disponibili durante l’esercizio fisico per valutare le prestazioni del sensore di monitoraggio della glicemia continuamente visualizzate in modo intermittente. La differenza relativa assoluta mediana (intervallo interquartile) tra i valori di riferimento e quelli ottenuti dal sensore nell’intervallo glicemico complessivo era 22 (13,9-29,7)% ed era 36,3 (24,2-45,2)% durante l’ipoglicemia, 22,8 (14,6-30,6 )% durante euglicemia e 15,4 (9-21)% durante iperglicemia. La dose abituale di insulina basale è stata associata ad una peggiore performance del sensore durante l’esercizio rispetto alla ridotta (75%) dose basale di insulina [differenza mediana (intervallo interquartile) relativa: 23.7 (17.2-30.7)% vs 20.5 (12-28.1)%; P <0,001).

Il sensore di monitoraggio continuo della glicemia visualizzato in modo intermittente ha mostrato una minore precisione durante l’esercizio. Le letture glicemiche derivate dal sensore devono essere utilizzate con cautela e devono essere confermate da misurazioni aggiuntive della glicemia con puntura di dito.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Diabetes Research Group, Medical School, Swansea, Regno Unito. e Centro di ricerca applicata per lo sport, la tecnologia, l’esercizio fisico e la medicina (A-STEM), College of Engineering, Swansea University, Regno Unito.

Pubblicato nella rivista scientifica Diabetic Medicine del 24 gennaio 2019.