Ricerca

Pubblicato su Cell Report: una analisi che descrive il legame genetico tra la funzione beta e il diabete di tipo 2

L’American Diabetes Association  (ADA) ha recentemente intrapreso un’iniziativa di ricerca collaborativa autorizzata dal programma ADA Pathway to Stop Diabetes. Riunendo le diverse aree di competenza, la loro collaborazione ha portato al rapporto di oggi che stabilisce nuovi dettagli sulle firme genetiche delle cellule che producono e rilasciano cellule di insulina, beta pancreatiche. La ricerca, dettagliata nell’articolo, ” La profilazione multiomica identifica le reti cis-regolatorie alla base dell’identità e della funzione delle cellule beta del pancreas umano “, pubblicata online oggi nella rivista scientifica Cell Reports (DOI: 10.1016 / j.celrep.2018.12.083) ,  fornisce un’analisi integrata di EndoC-?H1, una linea cellulare beta umana geneticamente modificata, che ha un’importanza significativa per la comunità scientifica impegnata nella ricerca sul diabete.

Il diabete di tipo 2 si sviluppa quando le cellule ? pancreatiche producono un apporto insufficiente d’insulina, spesso nel contesto di una ridotta capacità di utilizzare l’insulina prodotta. Il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 comprende sia fattori genetici che ambientali, come la nutrizione e l’attività fisica. A causa del ruolo centrale delle cellule che producono insulina nello sviluppo del diabete, importanti sforzi di ricerca si sono concentrati sui legami genetici nello sviluppo e funzione delle cellule beta. Il dott. Stitzel e il suo team, nel tentativo di motivare ulteriori studi funzionali sulla biologia molecolare delle cellule beta e di guidare lo sviluppo di modelli cellulari, hanno lavorato per creare vaste mappe multisfaccettate del paesaggio molecolare EndoC-betaH1.

Confrontando queste mappe genomiche multistrato di EndoC-betaH1 con quelle generate da isolotti umani in questo e in precedenti studi, i ricercatori hanno identificato elementi di regolazione cis condivisa e unica ( cis-RE) e caratteristiche di espressione di geni codificanti proteine ??e RNA non codificanti. I dati risultanti, insieme a un’applicazione web creata dal team, forniscono una preziosa risorsa e guida per la progettazione di futuri esperimenti per comprendere e manipolare i programmi genetici che regolano l’identità delle cellule beta e la (dis) funzione nel diabete. I ricercatori sperano che rendere questi strumenti disponibili pubblicamente motivino e consentano ai colleghi scienziati di abbracciare questa linea cellulare umana, che potenzialmente offre una rilevanza più diretta a questa malattia genetica umana rispetto ad altre linee cellulari beta di roditori ampiamente utilizzate.

“I nostri risultati gettano le basi per progetti di ricerca mirati e basati su ipotesi che potrebbero alla fine rivelare le connessioni che collegano la genetica di una persona, l’insufficienza delle cellule beta e il diabete di tipo 2”, ha affermato Drs. Stitzel, Parker e Sethupathy.

Il gruppo di ricerca per questo progetto include l’autore corrispondente Michael L. Stitzel , PhD, uno dei destinatari nel 2018 della concessione di ADA Pathway to Stop Diabetes Accelerator. Il Dr. Stitzel è un assistente professore al Jackson Laboratory, un istituto di ricerca biomedica indipendente e senza scopo di lucro a Farmington, nel Connecticut . Co-senior autore Stephen CJ Parker , PhD, assistente professore di medicina computazionale e bioinformatica e assistente professore di genetica umana presso l’ Università del Michigan, un destinatario 2014 di un sussidio ADA Pathway Initiator. Praveen Sethupathy , PhD, professore associato di scienze biomediche presso la Cornell University, un destinatario del 2016 di una borsa ADA Pathway Accelerator. Il programma Pathway to Stop Diabetes è stato lanciato nel 2013 dall’American Diabetes Association e ha assegnato oltre 47 milioni di dollari a 29 scienziati leader per perseguire la ricerca sul diabete trasformativo. Ogni premiato è selezionato da un pool di candidati altamente competitivi, comprensivo di un solo candidato per istituzione, con circa 100 domande ricevute ogni anno. Il programma Pathway è supportato da contributi di sponsor aziendali, singoli filantropi e fondazioni. Gli sponsor aziendali di Current Pathway includono Novo Nordisk, Eli Lilly and Company, Merck, AstraZeneca, Abbott, Dexcom, Janssen e Pfizer.

“Congratulazioni a Drs. Stitzel, Parker e Sethupathy per questo importante articolo che incarna quello che abbiamo immaginato quando abbiamo creato il programma Pathway to Stop Diabetes – portando insieme menti geniali a perseguire approcci innovativi per comprendere l’intero ambito e la complessità del diabete. Il diabete è una malattia progressiva, e la disfunzione pancreatica è uno dei principali fattori patofisiologici, questa ricerca è veramente significativa e fornisce dati essenziali a supporto dei prossimi passi sperimentali logici nel dipanare le interazioni di genetica e disfunzione pancreatica “, ha detto il Chief Scientific dell’ADA, Medico e ufficiale di missione William T. Cefalu, MD.

Categorie:Ricerca

Con tag:,