Sport e movimento

Effetto combinato assunzione di carboidrati pre-esercizio e sprint brevi ripetuti sulla risposta del glucosio nel sangue ad un esercizio di intensità moderata in giovani con diabete di tipo 1

Una ricerca è stata condotta dalla Divisione di Pediatria, Scuola di Medicina, Università dell’Australia Occidentale, Perth per determinare se l’ingestione pre-esercizio di carboidrati per mantenere la glicemia stabile durante l’esercizio a intensità moderata si traduca in un’iperglicemia eccessiva se combinata con sprint ripetuti in soggetti con diabete di tipo 1.

Otto persone a digiuno notturno con diabete di tipo 1 hanno completato le seguenti quattro sessioni di allenamento di 40 minuti in giorni separati in un ordine controbilanciato randomizzato in condizioni insulinemiche basali: esercizio di intensità moderata continua al picco V?O 2 del 50% ; esercizio intermittente ad alta intensità (esercizio di intensità moderata intervallato da scatti di 4 s ogni 2 minuti e uno sprint finale di 10 s); esercizio a intensità moderata continua con assunzione di carboidrati precedente (~ 10 g per persona); ed esercizio intermittente ad alta intensità con assunzione di carboidrati precedente. Il sangue venoso è stato prelevato durante e 2 ore dopo l’esercizio per misurare i livelli di glucosio e lattato.

Pubblicità e progresso

La differenza nell’area media temporale media marginale sotto la curva glicemica tra esercizio a intensità moderata continua + carboidrati precedenti e esercizio ad alta intensità intermittente + carboidrati precedenti durante esercizio e recupero non era significativa (0,2 mmol / l (95% CI -0,7 , 1,1), P = 0,635], né era la differenza nel picco del livello di glucosio nel sangue dopo aggiustamento per il livello basale [0,2 mmol / l (95% CI -0,7, 1,1); P = 0,695]. La differenza tra intensità moderata continua e l’esercizio ad alta intensità intermittente durante l’esercizio e il recupero non era significativo [-0,2 mmol / l (95% CI -1,2, 0,8); P = 0,651].

Quando i carboidrati vengono ingeriti prima dell’esercizio a intensità moderata, l’aggiunta di sprint ripetuti non è significativamente dannosa per la gestione glicemica nei soggetti a digiuno notturno con diabete di tipo 1 in condizioni basali di insulina.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Diabetic Medicine del 30 gennaio 2019.