Sport e movimento

Rilevazione e controllo dell’esercizio non annunciato del pancreas artificiale senza ulteriori segnali fisiologici

Lo scopo di questo studio, condotto dal gruppo di studio e sviluppo internazionale del pancreas artificiale, era quello di sviluppare un algoritmo che rilevasse l’esercizio aerobico e attiva azioni di rifiuto del disturbo per prevenire l’ipoglicemia indotta dall’esercizio fisico. Questo approccio può fornire una soluzione al controllo glicemico durante e dopo l’esercizio aerobico, un ostacolo importante nella partecipazione all’esercizio da parte di pazienti con diabete di tipo 1

Questo nuovo algoritmo di riduzione dell’ipoglicemia indotto dall’esercizio (EHRA) lo rileva utilizzando una soglia su un termine di disturbo, un parametro stimato da un modello minimale aumentato utilizzando un filtro di Kalman non odorigeno. Dopo la rilevazione, l’EHRA innesca tre azioni: 1) un suggerimento di carboidrati, 2) una riduzione dell’insulina basale e il limite massimo di insulina a bordo e 3) una riduzione del 30% del bolo successivo del pasto d’insulina. 

L’EHRA è stato testato in silico utilizzando uno scenario di 15 giorni con 8 sessioni di allenamento di 50 minuti al 60% VO2max a giorni alterni. 

L’EHRA è stata in grado di ottenere risultati migliori rispetto alle strategie con e senza annuncio di esercizio. Le strategie non annunciate, annunciate e ERA hanno tutte ottenuto una percentuale complessiva di tempo nell’intervallo (70-180 mg / dl) del 94% e una percentuale di tempo <70 mg / dl rispettivamente del 2%, 0% e 0%.

I risultati sono una passo importante nella direzione del raggiungimento della completa automazione del pancreas artificiale, sia nel calcolo dei parametri vitali che di reazione/azione, proprio sul versante più critico della materia: l’attività fisica spontanea e imprevedibile.

Il report è pubblicato su IEEE Journal of Biomedical and Health Informatics del 11 febbraio 2019.