Batticuore

Mangiare noci può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari per le persone con diabete tipo 2

Mangiare più noci, in particolare le noci degli alberi, può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari tra le persone con diabete di tipo 2, secondo una nuova ricerca pubblicata su Circulation Research, una rivista dell’American Heart Association.

Il diabete di tipo 2 è associato ad un aumentato rischio di colesterolo alto, malattie cardiache e ictus, ed è un problema di salute pubblica diffuso che colpisce più di 30 milioni di americani. Le noci sono zeppe di acidi grassi insaturi , sostanze fitochimiche, fibre, vitamine come vitamina E ed acido folico, oltre a minerali come calcio, potassio e magnesio. Tuttavia, poco si sa circa i benefici per la salute, se del caso, che le noci potrebbero offrire alle persone con diabete di tipo 2 le quali si trovano ad affrontare un rischio maggiore per le complicazioni della salute cardiaca.

Pubblicità e progresso

In questo recente studio, i ricercatori hanno utilizzato questionari sulla dieta auto-segnalati da 16.217 uomini e donne prima e dopo la diagnosi di diabete di tipo 2 e chiesto loro circa il consumo di noccioline e noci su diversi anni. Durante il follow-up, ci sono stati 3.336 casi di malattie cardiovascolari (inclusi 2.567 eventi di cardiopatia ischemica e 789 casi di ictus) e 5.682 decessi (inclusi 1.663 morti per malattie cardiovascolari e 1.297 decessi per cancro).

“I nostri risultati forniscono nuove prove che supportano la raccomandazione di includere noci in modelli dietetici sani per la prevenzione delle complicanze della malattia cardiovascolare e morti premature tra gli individui con diabete”, ha detto l’autore dello studio principale Gang Liu, Ph.D. ricercatore di scienze nutrizionali presso la Harvard TH Chan School of Public Health a Boston, Massachusetts. Inoltre, anche quando le persone avevano l’abitudine di mangiare frutta a guscio prima della diagnosi del diabete, l’aggiunta di più noci alla propria dieta si è dimostrata benefica, probabilmente a qualsiasi età o stadio. “Non sembra mai troppo tardi per migliorare la dieta e lo stile di vita dopo la diagnosi tra individui con diabete di tipo 2”.

I ricercatori hanno scoperto che mangiare tutti i tipi di frutta a guscio offriva benefici salutari, con le noci degli alberi che mostravano l’associazione più forte. I risultati hanno pure mostrato che mangiare anche una piccola quantità di noci ha avuto un effetto. Tra i loro risultati:

Rispetto alle persone con diabete di tipo 2 che mangiavano meno di una singola porzione di 28 grammi al mese, coloro che consumavano cinque porzioni di noci a settimana avevano un rischio inferiore del 17% di incidenza totale della malattia cardiovascolare, un rischio inferiore del 20% di malattia coronarica, un Il 34% di rischio inferiore di morte per malattie cardiovascolari e il 31% di rischio ridotto di mortalità per tutte le cause.

Rispetto alle persone che non cambiano le loro abitudini alimentari dopo la diagnosi di diabete, coloro che ha aumentato la loro assunzione di noci dopo la diagnosi di diabete avevano un rischio  del 11 per cento più basso di malattia cardiovascolare, un rischio 15 per cento più basso di coronarica malattie cardiache , un rischio inferiore del 25 per cento di morte per malattie cardiovascolari e un rischio inferiore del 27 per cento di morte prematura di tutte le cause.

Ogni dose aggiuntiva alla settimana di noci totali era associata a un rischio inferiore del 3% di malattie cardiovascolari e al 6% di rischio inferiore di morte per malattie cardiovascolari.

L’associazione positiva con il consumo di frutta secca è continuata indipendentemente dal sesso, dal fumo o dal peso corporeo di una persona.

Noci degli alberi come noci, mandorle, noci del Brasile, anacardi, pistacchi, noci pecan, macadamia, nocciole e pinoli erano fortemente associati a un ridotto rischio cardiovascolare rispetto alle arachidi, in realtà sono legumi perché, diversamente dalle noci, le arachidi crescono sottoterra.

Mentre gli esatti meccanismi biologici delle noci sulla salute del cuore non sono chiari, i ricercatori riferiscono che queste sembrano migliorare il controllo della glicemia, la pressione sanguigna, il metabolismo dei grassi, l’infiammazione e la funzione delle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, i ricercatori spiegano che i noccioli degli alberi possono offrire più benefici perché contengono livelli più elevati di questi nutrienti rispetto alle arachidi.

“Le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte e una delle principali cause di infarti, ictus e disabilità per le persone che vivono con diabete di tipo 2”, ha detto Prakash Deedwania, MD, professore di medicina presso l’Università della California-San Francisco School of Medicine a Fresno e membro del comitato consultivo scientifico Know Diabetes by Heart. “Gli sforzi per comprendere il legame tra le due condizioni sono importanti per prevenire le complicazioni cardiovascolari del diabete di tipo 2 e aiutare le persone a fare scelte informate sulla propria salute”.

Deedwania ha anche affermato che i risultati dello studio sono molto incoraggianti perché la semplice abitudine quotidiana di mangiare noci come mandorle, noci, pistacchi, ecc., Può avere un effetto così profondo sugli eventi coronarici, sulla morte cardiaca e sulla mortalità totale. “Questi risultati aggiungono ulteriori elementi alla crescente evidenza che alcuni cambiamenti dello stile di vita, un regolare esercizio fisico e una dieta prudente possono avere un impatto significativo sul rischio di malattie cardiovascolari e il rischio di eventi cardiaci nei pazienti con diabete”, ha detto Deedwania.