Tecno

Diabeloop introduce la tecnologia, adattata oer i bambini, del pancreas artificiale

Diabeloop ha recentemente presentato una versione del suo sistema ibrido a ciclo chiuso DBLG1 sviluppato per bambini con diabete al Consumer Electronics Meeting, in cui vengono illustrate le capacità di apprendimento automatico del sistema per prevedere i livelli di glucosio nel sangue e somministrare automaticamente dosi di insulina in una popolazione pediatrica, secondo a un comunicato stampa dell’azienda.

Come aveva già pubblicato ne il Mio Diabete lo scorso 12 novembre, Diabeloop ha ricevuto il marchio CE a novembre per il suo sistema ibrido a ciclo chiuso DBLG1, il secondo cosiddetto pancreas artificiale a ricevere tale designazione in Europa. Secondo l’azienda, le sperimentazioni cliniche della versione pediatrica dovrebbero iniziare in Belgio e in Francia entro la fine dell’anno.

“Adattando il suo sistema di somministrazione di insulina automatizzata DBLG1 dagli adulti … ai bambini, Diabeloop vuole potenziare l’assistenza pediatrica e migliorare la qualità della vita a breve termine e la longevità complessiva dei bambini mentre si allevia lo stress dei loro cari derivato dalla gestione della malattia su base quotidiana “, ha dichiarato la società nel comunicato.

Il sistema ibrido DBLG1 a circuito chiuso collega il sistema di monitoraggio glicemico continuo G6 di DexCom, la pompa insulinica patch di Kaleido e un algoritmo sullo smartphone dell’utente per prevedere i livelli di glucosio nel sangue e comandare la pompa di insulina ad un tasso ottimale, secondo la compagnia.

La società intende ora passare a un nuovo round di finanziamento per supportare il ridimensionamento internazionale del sistema, secondo Marc Julien , co-CEO e chief financial officer di Diabeloop.

“Speriamo di fare tutto questo entro il secondo trimestre del 2019”, ha detto Julien nel comunicato.

Nei dati di studio presentati alla riunione annuale della Società di Endocrinologia del 2018, i ricercatori hanno riferito che i bambini di età compresa tra 7 e 13 anni con diabete di tipo 1 che utilizzavano un sistema pancreatico artificiale per 3 mesi avevano sperimentato una riduzione dell’HbA1c e un miglioramento nel tempo dei valori di glucosio nel gamma target, senza episodi di grave ipoglicemia o chetoacidosi diabetica. In questo studio, che ha utilizzato il Medtronic 670G, i ricercatori hanno notato un miglioramento dell’HbA1c da una media del 7,9% al 7,5% in 3 mesi, oltre a miglioramenti nella variabilità dei valori glicemici del sensore. Il tempo trascorso nell’intervallo glicemico target di 71 mg / dL a 180 mg / dL è aumentato dal 56% al 65% nel gruppo pediatrico per 3 mesi di utilizzo.

Attualmente, l’unico sistema ibrido a circuito chiuso approvato dalla FDA e dall’EMA è il Medtronic 670G. Il sistema Omnipod Horizon (Insulet) e Tandem Control IQ sono entrambi in fase di sviluppo.

Categorie:Tecno

Con tag:,

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.