microinfusore

Diabete tipo 1: la terapia gestita con il microinfusore d’insulina è di gran lunga più costosa rispetto alle iniezioni multiple giornaliere

I costi sanitari sono più alti per gli adulti svedesi con diabete di tipo 1 che usano la terapia con pompa per insulina rispetto a quelli che fanno più iniezioni giornaliere, secondo i risultati pubblicati su Diabetes Care.

“In linea di principio, il controllo glicemico ottimale può essere ottenuto sia con iniezione multipla giornaliera che con terapia con pompa insulinica”, ha scritto Katarina Steen Carlsson , PhD , del dipartimento di scienze cliniche dell’Università in Svezia. “In pratica, laddove le persone con diabete di tipo 1 affrontano sfide della malattia nella gestione quotidiana, le due modalità di somministrazione di insulina potrebbero differire in efficacia, facilità d’uso e associazione con eventi avversi e, pertanto, essere associate a differenze negli esiti dei pazienti “.

Carlsson e colleghi hanno analizzato i costi dell’assistenza sanitaria per 14.238 residenti in Svezia con diabete di tipo 1 dal 2005 al 2013. Della coorte totale, 4.991 hanno utilizzato la terapia con pompa per insulina (età media, 33,8 anni, 51,1% donne). Gli utilizzatori di terapia con microinfusore di insulina sono risultati in doppio confronto con 9.247 adulti che hanno utilizzato una terapia iniettiva multipla (età media, 33,8 anni, 51,3% donne). I dati relativi alla diagnosi del diabete e ai regimi di trattamento dell’insulina sono stati ottenuti dal Registro nazionale svedese del diabete. Dati sanitari e socio-economici longitudinali sono stati raccolti dal National Patient Register, National Drug Prescribed Register, National Cause of Death Register e National Integrated Database for Labor Market Research.

I ricercatori hanno scoperto che i costi annuali per gli adulti che hanno usato la terapia con pompa per insulina erano $ 3.923 in più rispetto a quelli che usavano più iniezioni giornaliere (IC 95%, 3.703-4.143). Ci sono state anche più visite ambulatoriali annuali tra gli utenti di pompe rispetto a più utenti di iniezione giornaliera (3,8 vs 3,5; P <.001). Gli utenti della pompa hanno avuto costi medi più elevati per il trattamento ambulatoriale ($ 1,665, IC 95%, 1,615-1,714) rispetto a più utilizzatori giornalieri di iniezione ($ 1,507, IC 95%, 1,473-1,542). I costi complessivi del ricovero erano più elevati per gli utenti della pompa ($ 1,972, IC 95%, 1,864-2,081) rispetto a più utenti di iniezione giornaliera ($ 1,897, IC 95%, 1,826-1,968), in particolare in relazione ai servizi ospedalieri per le complicanze del diabete ( P<.012). Gli utenti di pompe hanno anche speso più nell’arco di una anno in costi per medicinali, inclusi articoli monouso ($ 5,861, IC 95%, 5,814-5,907), rispetto a più utenti con iniezione giornaliera ($ 2,285, IC 95%, 2,270-2,300).

L’analisi dei sottogruppi ha rivelato che i costi sanitari, sia per la terapia con pompa che per più iniezioni giornaliere, erano maggiormente elevati per le donne rispetto agli uomini ( P <0,001), per gli adulti di almeno 48 anni rispetto agli adulti più giovani ( P <0,001) e per quelli con durata del diabete di 20 anni o più rispetto alla durata più breve ( P <.001). Inoltre, i livelli più alti di HbA1c all’arruolamento nel Registro nazionale svedese del diabete sono stati associati a maggiori costi ( P <0,001), poiché la terapia è iniziata all’età di 18 anni o più rispetto ai più giovani ( P <0,001).

“Se la terapia con pompa di insulina è efficiente in termini di costi, in definitiva, dipende dagli effetti terapeutici oltre l’utilizzo e i costi delle risorse, nonché da quanto il pagatore è disposto a investire in ulteriori anni di vita aggiustati per la qualità”, hanno scritto i ricercatori. “L’identificazione dei benefici tangibili e intangibili dei pazienti con la terapia con pompa di insulina nel tempo rimane importante per la valutazione della tecnologia e il supporto delle decisioni di allocazione delle risorse.”

Categorie:microinfusore

Con tag:,