Ricerca

Il diabete altera l’attività antibatterica delle cellule stromali multipotenti

Stem Cells and Development è dedicato alla comunicazione e all’analisi oggettiva degli sviluppi della biologia, delle caratteristiche e dell’utilità terapeutica delle cellule staminali, in particolare quelle del sistema ematopoietico.

New Rochelle, NY, 4 marzo 2019 – Un nuovo studio rivela che le cellule stromali multipotenti (MSC) di persone con diabete hanno una ridotta capacità di combattere l’infezione batterica, fornendo una nuova comprensione sulla base della disfunzione immunitaria associata al diabete. La ricerca è pubblicata su Stem Cells and Development , una rivista peer-reviewed di Mary Ann Liebert, Inc., editori. Clicca qui per leggere l’articolo gratuito su Stem Cells and Development website fino al 4 aprile 2019.

Zijun Zhang e colleghi del Laboratorio di Ortobiologia del MedStar Union Memorial Hospital di Baltimora, MD, presentano il loro lavoro in un articolo intitolato “Compromissione della funzione antibatterica di cellule stromali multipotenti nel diabete”. Per identificare questa diminuita attività antibatterica, gli autori hanno isolato le MSC dal midollo osseo dei donatori diabetici e non diabetici e hanno testato gli effetti dei supernatanti delle cellule sulla crescita batterica. Gli autori hanno anche dimostrato che la co-coltura delle MSC associate al diabete con macrofagi inibisce la fagocitosi batterica, e ulteriori esperimenti hanno riguardato l’espressione genica e la produzione di citochine responsabili di questi effetti.

“Considerato l’uso proposto delle MSC come strategia terapeutica nel trattamento del diabete, è altamente raccomandata un’attenta considerazione delle implicazioni di questi dati per questo e altri disordini autoimmuni”, afferma Graham C. Parker, redattore capo, del Dipartimento di Pediatria di Carman e Ann Adams, Scuola di Medicina Wayne State University, Detroit, MI.

Categorie:Ricerca

Con tag:,,