Ricerca

Il sondaggio mostra che molti adulti più anziani, specialmente quelli con problemi di salute, si sentono isolati

I principali risultati del sondaggio del National Poll on Healthy Aging sull’isolamento sociale tra gli adulti di età compresa tra 50 e 80 anni.

Un anziano su quattro afferma di sentirsi isolato dalle altre persone almeno una volta e uno su tre afferma di non avere una compagnia regolare, secondo un nuovo sondaggio nazionale.

Quei sentimenti di solitudine si sono manifestati soprattutto nelle persone tra i 50 e gli 80 anni che hanno riferito di avere problemi di salute e abitudini malsane, secondo il sondaggio. Le nuove scoperte amplificano la ricerca che ha mostrato i collegamenti tra solitudine cronica e problemi di salute che vanno dalla perdita di memoria a vite più brevi.

Nel nuovo sondaggio, le persone che affermavano di avere una salute fisica equa o cattiva, problemi di salute mentale o perdita dell’udito avevano più probabilità di riferire di sentirsi isolati.

Nel frattempo, le persone che affermavano di mangiare diete sane, di esercitarsi, di dormire a sufficienza o di non usare tabacco avevano meno probabilità di riportare sentimenti di solitudine.

I nuovi risultati provengono dal sondaggio nazionale sull’invecchiamento in buona salute, condotto dall’istituto universitario del Michigan per la politica e l’innovazione in ambito sanitario, e sponsorizzato da AARP e Michigan Medicine, centro medico accademico della UM.

“Più di un quarto degli intervistati ha affermato di aver avuto contatti sociali solo una volta alla settimana, o meno, con i familiari con cui non vivono, o con amici e vicini”, dice Erica Solway, Ph.D., direttore del sondaggio e ricercatore di scienze sociali. “Questi risultati indicano l’importanza di raggiungere in modo proattivo le persone della tua comunità che potrebbero essere a rischio di sentirsi isolate e scollegate, specialmente quelle con o a rischio di problemi di salute”.

Il direttore del sondaggio Preeti Malani, MD, che si sta formando nella cura degli anziani, osserva che un crescente corpo di ricerca indica forti legami tra salute e solitudine e effetti positivi sulla salute derivanti da un maggiore contatto sociale attraverso il volontariato, la partecipazione a gruppi religiosi o di comunità e altre attività.

“Man mano che invecchiamo e la mobilità o l’udito diventano una barriera, questi dati mostrano l’importanza di mantenere e rafforzare i nostri legami con le altre persone”, afferma Malani. “Suggerisce anche che i caregiver, i coniugi e i partner, i giovani adulti e altri soggetti coinvolti nella vita dei più anziani abbiano un ruolo da svolgere nell’incoraggiare e facilitare queste connessioni”.

“Sappiamo che l’isolamento sociale e la solitudine sono dannosi per la nostra salute quanto l’obesità e il fumo”, afferma Alison Bryant, Ph.D., vicepresidente senior della ricerca per AARP. “La ricerca di AARP mostra che gli anziani senza badanti, sono a basso reddito , o che identificano come LGBT sono ad aumentato rischio di solitudine cronica. Questo è un problema di salute pubblica così importante che AARP Foundation ha lanciato Connect2Affect per aiutare a combattere l’isolamento e la solitudine tra gli adulti più grandi . ”

Altri risultati chiave

L’indagine ha esplorato molti aspetti della connessione sociale e della salute e ha chiesto informazioni sui sentimenti di compagnia, sentimenti di isolamento sociale e contatti sociali tra le persone di età compresa tra i 50 e gli 80 anni. Ed ha trovato:

  • Coloro che erano disoccupati, vivevano in famiglie a basso reddito, vivevano da soli e / o avevano uno o più figli che vivevano con loro erano più propensi a dire che mancavano di compagnia
  • Vivere da solo era altamente associato al sentirsi soli; Il 60% di coloro che vivevano da soli riferiva di aver sentito una mancanza di compagnia, e il 41% si sentiva isolato
  • Il 36% delle donne ha dichiarato di non avere compagnia spesso o in alcuni casi, rispetto al 31% degli uomini
  • Il 26% degli adulti che hanno dichiarato di mancare di compagnia ha altresì dichiarato di in cattiva salute fisica, mentre il 13% delle persone che hanno affermato di non avere quasi mai compagnia ha riferito una salute fisica equa o scarsa
  • Di coloro che hanno riferito di sentirsi isolati, il 17% avevi problemi di salute mentale equa / povera , rispetto a solo il 2% di coloro che non si sentivano quasi mai isolati.
  • Un intervistato su cinque che ha riferito di sentirsi socialmente isolato ha dichiarato di aver avuto un udito equo o scarso rispetto a circa uno su 10 di coloro che hanno affermato di non sentirsi quasi mai isolati.

Categorie:Ricerca

Con tag: