Terapie

Il raggiungimento degli obiettivi nel T2DM varia a seconda della stagione

Esistono variazioni stagionali nel raggiungimento degli obiettivi di riferimento per l’emoglobina A1c (HbA1c), la pressione sanguigna (BP) e il colesterolo a bassa densità di lipoproteine ??(LDL) tra le persone con diabete mellito di tipo 2 (T2DM), secondo un studio pubblicato online il 22 febbraio su Diabetes Care.

Masaya Sakamoto, MD, Ph.D., della Scuola di Medicina dell’Università di Jikei a Tokyo, e colleghi hanno analizzato i dati di 4.678 pazienti con T2DM in Giappone il cui colesterolo HbA1c, BP e LDL sono stati misurati 12 volte o più durante un periodo di 24 mesi. I tassi di rendimento mensili sono stati valutati per tutti e tre gli obiettivi; il raggiungimento di tutti gli obiettivi è stato espresso come “tutto il successo dell’ABC”.

I ricercatori hanno scoperto che i tassi di successo per tutti i livelli di colesterolo ABC, HbA1c, BP e LDL erano più bassi in inverno, con tassi di successo della pressione sistolica particolarmente bassi. L’età ?65 anni era indipendentemente correlata alla diminuzione dei tassi di successo per la pressione sistolica in inverno (rapporto di probabilità, 0,47). Per HbA1c, indice di massa corporea (BMI) ?25 kg / m² (odds ratio, 0,45 per BMI da 25 a 30 kg / m² e 0,35 per BMI ?30 kg / m²) e durata del diabete ?10 anni (odds ratio, 0,53) sono stati indipendentemente correlati a tassi di rendimento più bassi. Sia in estate che in inverno, l’uso di insulina e l’uso di sulfonilurea sono risultati indipendentemente associati alla diminuzione di tutti i tassi di successo ABC.

“È importante prendere in considerazione variazioni stagionali nel tasso di rendimento di tutti gli ABC nella gestione dei pazienti nella pratica clinica ordinaria”, scrivono gli autori.

Diversi autori hanno rivelato legami finanziari con l’industria farmaceutica.

Categorie:Terapie

Con tag:,