Complicanze varie/eventuali

I diabetici hanno maggiori probabilità di sviluppare glicemia alta dopo un intervento chirurgico articolare

Bradford Waddell, MD

Le persone con diabete che si sottopongono a un intervento chirurgico di sostituzione delle articolazioni sono a rischio nettamente più elevato di sperimentare elevati livelli di zucchero nel sangue dopo l’operazione, aumentando le loro possibilità di sviluppare infezioni e altre complicazioni, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Ospedale for Special Surgery (HSS) di New York City e The Ochsner Health System a New Orleans.

Precedenti studi hanno dimostrato che un elevato livello di zucchero nel sangue, o iperglicemia, durante il periodo perioperatorio della chirurgia di sostituzione dell’articolazione ortopedica è un fattore di rischio per l’infezione. Il nuovo studio, di Bradford Waddell, MD, chirurgo dell’anca e del ginocchio presso HSS, ha dato uno sguardo più ristretto alla domanda. Includeva pazienti con una diagnosi di diabete la cui glicemia veniva controllata usando l’insulina ormonale e li confrontava con i diabetici che non avevano bisogno di insulina. I pazienti che necessitano di insulina possono essere considerati con una forma della patologia più grave e avere una maggiore probabilità di sperimentare un aumento del glucosio nel sangue nel periodo perioperatorio, ha affermato il dott. Waddell.

Per il nuovo studio, il dottor Waddell e i suoi colleghi hanno esaminato le cartelle cliniche di 773 uomini e donne sottoposti a sostituzione totale dell’anca o del ginocchio tra il 2011 e il 2016. Di questi, 437 erano stati diagnosticati con diabete insulino-dipendente, mentre 336 non avevano diagnosticata la condizione

I pazienti con diabete insulino-dipendente avevano più di cinque volte le probabilità di quelli senza la condizione di sviluppare iperglicemia, o glicemia alta, dopo l’intervento chirurgico (rapporto di probabilità, 5,2; P <0,0001), i ricercatori hanno rilevato. I pazienti con glicemia superiore nei tre mesi precedenti – misurati dall’emoglobina A1c – avevano più probabilità di manifestare iperglicemia post-operatoria indipendentemente dal gruppo in cui si trovavano. Un A1c sopra 6,59 per le persone con diabete insulino-dipendente e 6,6 per quelli senza la condizione, è stato associato ad un elevato rischio di iperglicemia post-operatoria (P <0,0001).

Nonostante l’aumento del rischio di innalzamento della glicemia dopo l’intervento chirurgico, tuttavia, l’incidenza delle infezioni articolari post-operatorie non differiva tra i due gruppi di pazienti. Tuttavia, il dott. Waddell ha osservato che una limitazione dello studio era l’essere sottodimensionato per rilevare il rischio di infezione.

La linea di fondo per i medici, ha detto il dottor Waddell, è “se il paziente entra con il diabete e dipende dall’insulina, è necessario essere più consapevoli del controllo della glicemia nel periodo perioperatorio perché sono a più alto rischio”.

 ricercatori HSS hanno presentato le loro scoperte all’AAOS 2019, l’incontro annuale dell’American Academy of Orthopaedic Surgeons.