Mangiare

Rallenta! Mangiare troppo velocemente può accumularsi sui chili

Il tuo stile di vita frenetico ti ha trasformato in qualcuno che butta giù i pasti?

Le persone che mangiano velocemente tendono a mangiare e hanno un indice di massa corporea più alto (una misura del grasso corporeo in base all’altezza e al peso) rispetto a quelli che mangiano lentamente. Le persone che mangiano lentamente si sentono piene prima e mangiano meno durante tale processo.

Parte del motivo per tutto questo è il tempo necessario per il tuo cervello per ottenere messaggi chiave dal sistema digestivo. La saggezza convenzionale dice che sono circa 20 minuti e uno studio ha rilevato come il rallentamento a 30 minuti è ancora più efficace. Ma ciò significa che devi trovare il modo di allungare davvero i tuoi pasti.

Trucchi come mangiare con la mano non dominante possono aiutare molto, ma mangiare velocemente può essere una dura abitudine da rompere. Una soluzione high-tech è una forchetta intelligente disponibile in commercio, un utensile che registra la tua velocità di alimentazione e invia un segnale, con una vibrazione e un lampo di luce, se mangi troppo in fretta. I partecipanti a uno studio sperimentale hanno scoperto che era comoda da tenere e ha fatto un buon lavoro nel renderli più consapevoli della loro velocità di alimentazione. Ma puoi anche provare a rallentare da solo con una forchetta normale: basta metterlo giù e contare fino a 10 tra ogni singolo morso .

Rafforzare l’abitudine di mangiare più lentamente con indicazioni di porzione come l’utilizzo di piatti più piccoli e ciotole. Una parte del sentirsi sazio è visiva, e un piatto più piccolo traboccante potrebbe indurre la tua mente a pensare che stai mangiando più calorie di quelle che realmente sono. I piatti grandi con spazi vuoti fanno il contrario, dando l’illusione che le porzioni siano più piccole di quanto non siano in realtà.

Usa sempre misurini e cucchiai per distribuire le porzioni corrette: potresti essere sorpreso di come hai sovrasato i tuoi pasti da solo! Inoltre, non tornare indietro per le seconde collaborazioni e resta concentrato sul cibo: niente TV o leggere mentre mangi.

Categorie:Mangiare

Con tag:,,