Mangiare

I “beveroni” non tagliano i fattori di rischio cardiometabolico

La sostituzione del pasto con sostituti di tipo liquido, i beveroni, nelle diete dimagranti porta a riduzioni modeste dei fattori di rischio cardiometabolico per i pazienti sovrappeso e obesi con diabete di tipo 2, secondo una recensione pubblicata online il 28 marzo su Diabetes Care.

Jarvis C. Noronha, del St. Michael’s Hospital di Toronto, e colleghi hanno condotto una revisione sistematica della letteratura di studi randomizzati di due settimane o più lunghi per valutare l’effetto di sostituti del pasto liquido rispetto alle diete tradizionali di perdita di peso sui fattori di rischio cardiometabolico nei pazienti sovrappeso / obesi con diabete di tipo 2 Gli autori hanno incluso nove studi con 961 pazienti.

I ricercatori hanno rilevato differenze medie per peso corporeo -2,37 kg, indice di massa corporea -0,87 kg / m², grasso corporeo -1,66%, circonferenza vita -2,24 cm, emoglobina A1c -0,43%, glucosio a digiuno -0,63 mmol / L, insulina a digiuno 11,83 pmol / L, pressione arteriosa sistolica -4,97 mm Hg e pressione diastolica -1,98 mm Hg. Non è stato osservato alcun effetto per la sostituzione del pasto sui lipidi del sangue. A causa di imprecisioni e / o incongruenze, la certezza complessiva delle prove è stata da bassa a moderata.

“Sono necessari ulteriori studi randomizzati controllati di alta qualità che indaghino l’effetto delle sostituzioni di pasti liquidi come parte di una dieta dimagrante su fattori di rischio cardiometabolico per affrontare le incertezze e valutare se vi siano differenze tra i diversi tipi di sostituti del pasto liquido”, scrivono gli autori .

Diversi autori hanno rivelato legami finanziari con l’industria alimentare e farmaceutica.

Categorie:Mangiare

Con tag:,