Vista e dintorni

Vitamine e carotenoidi associati a minor rischio di cataratta

Il consumo più elevato di alcune vitamine e carotenoidi è associato a un rischio significativamente ridotto di cataratta correlata all’età (ARC) negli studi di coorte, secondo una meta-analisi pubblicata nel numero di gennaio dell’American Journal of Clinical Nutrition.

Hong Jiang, dal Centro di Scienze Sanitarie dell’Università di Xi’an Jiaotong in Cina, e colleghi hanno condotto una meta-analisi di studi randomizzati controllati (RCT) e studi di coorte pubblicati nel giugno 2018 per valutare l’assunzione di vitamina e carotenoidi e il rischio di ARC. Gli autori hanno incluso otto studi randomizzati e 12 studi di coorte nell’analisi.

I ricercatori hanno scoperto che la maggior parte delle vitamine e dei carotenoidi erano significativamente associati con un rischio ridotto di ARC negli studi di coorte, compresa la vitamina A (rischio relativo [RR], 0,81), vitamina C (RR, 0,8), vitamina E (RR, 0,9) , Beta-carotene (RR, 0,9) e luteina o zeaxantina (RR, 0,81). Nelle RCT, rispetto al placebo, la vitamina E o il Beta-carotene non riducevano significativamente il rischio di ARC. Negli studi di coorte, il rischio di ARC è diminuito significativamente del 26% per ogni aumento di 10 mg / d dell’assunzione di luteina o zeaxantina, nonché del 18% per ogni aumento di 500 mg / d dell’assunzione di vitamina C, dell’8% per ogni aumento di 5 mg / d dell’assunzione di ?-carotene e del 6% per ogni aumento di 5 mg / d dell’assunzione di vitamina A.

“Se potessimo ritardare l’insorgenza dell’ARC di 10 anni, si potrebbe dimezzare il numero di persone che necessitano di un intervento chirurgico”, ha affermato un coautore in una nota.

Categorie:Vista e dintorni

Con tag: