Terapie

Diabete Tipo 1: AMD ha un PDTA

Per garantire ai pazienti le cure migliori, su tutto il territorio nazionale, il Gruppo di Studio AMD “Diabete tipo 1 e Transizione”, ha finalizzato il primo PDTA dedicato alla gestione del DMT1, in ogni fase, dall’esordio all’età anziana.

PDTA, acronimo di  Percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali, è una base in quando, per i non addetti ai lavori, occorre ricordare come le società scientifica nel campo medico specialistico del diabete sono 3: AMD (Associazione Medici Diabetologi) che raggruppa i professionisti ospedalieri e di base; SID (Società Italiana di Diabetologia) che raccoglie i medici e ricercatori universitari e degli istituti scientifici: SIEDP (Società Italiana Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica). Pertanto questo è un primo contributo poi occorrerà fare una sintesi “unitaria” per arrivare, se ci si arriva, a linee guida univoche, ma intanto è una base se non altro documentale interessante e importante.

Pubblicità e progresso

Il documento venne presentato lo scorso 8 marzo in un incontro ad hoc organizzato dalla presidenza AMD in quel di Ravenna, luogo ideale per affrontare il tema in quanto la città e la madre dell’arte del mosaico e il diabete è un mosaico di patologie in continua espansione sia come tipologie che in termini demografici.

L’ AMD dichiara “La stesura del PDTA per la gestione della persona adulta con diabete di tipo 1, realizzato dal gruppo di lavoro, è stato elaborato sulla base di una sintesi delle più attuali linee guida e PDTA in materia di diabete mellito di tipo 1 provenienti dalle varie Regioni Italiane con l’obiettivo di favorire il miglioramento della qualità dei servizi offerti alla persona adulta con diabete di tipo 1 e di offrire una risposta organica alla frammentazione della cura al fine di migliorare l’appropriatezza e l’efficacia clinica coniugandola con l’ottimizzazione delle risorse. Un percorso diagnostico terapeutico assistenziale per la gestione della persona con diabete di tipo 1 fin dalla fase iniziale di esordio della patologia e presa in carico presso la Struttura ambulatoriale dell’adulto e dal momento della Transizione del ragazzo dai Centri pediatrici ai Centri dell’adulto fino all’età anziana. Un modello con l’integrazione plurispecialistica e pluriprofessionale per il piano di cura del singolo e per la gestione dell’intera popolazione affetta da diabete tipo 1 da proporre ora alle Regioni affinché i centri diabetologici che accolgono le persone con diabete tipo 1 abbiano i requisiti necessari al fine di offrire una assistenza altamente qualificata ed uniforme su tutto il territorio nazionale.”

Seguiremo l’evolversi della tematica con solerte attenzione, almeno ce la mettiamo tutta….

Categorie:Terapie

Con tag:,