Ricerca

Supplemento N -acetil-l-cisteina in età precoce o in età adulta riduce la progressione del diabete nei topi diabetici non obesi – NOD

Lo stress ossidativo contribuisce al processo patologico che porta allo sviluppo, alla progressione e alle complicanze del diabete di tipo 1 (T1D).

Lo scopo di questo studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Biologia Molecolare, Scuola di Scienze della Salute, Università di Ariel, Israele era di investigare l’effetto della N -acetil-l-cisteina antiossidante (NAC), integrata durante la prima vita o nell’età adulta sullo sviluppo del T1D.

Pubblicità e progresso

Il NAC è stato somministrato a topi femmina diabetici non obesi (NOD) durante la gravidanza e l’allattamento e lo sviluppo del diabete è stato seguito nella prole. In una serie aggiuntiva di esperimenti, alla progenie di topi non trattati è stata data la NAC durante l’età adulta, e lo sviluppo del T1D è stato seguito. Il tasso di morbilità, l’insulite e le citochine sieriche sono stati misurati in 2 serie di esperimenti. Inoltre, sono stati seguiti marcatori di stress ossidativo, glutatione, perossidazione lipidica, capacità antiossidante totale e attività degli enzimi antiossidanti.

Il tasso di morbilità è stato ridotto in entrambi i protocolli di trattamento. Una diminuzione dell’interferone ?, del fattore di necrosi tumorale ?, dell’interleuchina 1? e di altri tipi di diabete di tipo 1, citochine proinfiammatorie associate sono state trovate in topi integrati con NAC in età adulta o in età precoce rispetto ai topi NOD di controllo. 

La gravità dell’insulite era superiore nei topi NOD di controllo rispetto ai gruppi trattati. 

La somministrazione di NAC ha ridotto significativamente lo stress ossidativo, determinato dalla riduzione della perossidazione lipidica e dall’aumento della capacità antiossidante totale nel siero e nel pancreas dei topi trattati in età precoce o in età adulta e aumento del glutatione pancreatico quando somministrato in età adulta. 

L’attività degli enzimi antiossidanti non è stata influenzata nei topi trattati con NAC in età adulta, mentre un aumento dell’attività del superossido dismutasi e catalasi è stata dimostrata nel pancreas della loro prole.

NAC ha ridotto la morbilità dei topi NOD attenuando la risposta immunitaria, presumibilmente eliminando lo stress ossidativo e potrebbe essere utile nel ridurre i tassi di morbilità del T1D in soggetti ad alto rischio.

Pubblicato su Current Developments in Nutrition del 18 aprile 2019.