Terapie

Prevenzione rischio cardiovascolare nei diabetici tipo 1

Prevalenza e fattori associati all’uso di statine in pazienti ad alto rischio con diabete di tipo 1 da un’unità diabetologica specializzata.

L’uso di statine in popolazioni di diabete di tipo 1 non selezionate (T1D) è basso. I ricercatori del Dipartimento di Endocrinologia e Nutrizione, Institut d’Investigacions Biomèdiques, August Pi Sunyer (IDIBAPS), Hospital Clínic, Barcellona, ??Spagna; e Centro de Investigación Biomédica in Fisiopatología de la Obesidad y Nutrición (CIBEROBN), Instituto de Salud Carlos III (ISCIII), Madrid, Spagna. hanno valutato la prevalenza e i fattori associati al trattamento con statine nei pazienti che soddisfano i criteri per questa terapia per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari (CVD).

Dal 2015 al 2018 sono stati selezionati i pazienti T1D di un ospedale terziario. I criteri di inclusione erano: ?40 anni, nefropatia diabetica, o durata del T1D ?10 anni con fattore di rischio cardiovascolare ?1 (CVRF). È stato eseguito un protocollo di valutazione del rischio cardiovascolare standardizzato. La prevalenza del trattamento con statine è stata valutata in base alla presenza di diversi fattori di rischio  CVRF e sono stati costruiti modelli multivariabili per valutare i determinanti indipendenti dell’uso di statine.

Lo studio ha incluso 241 pazienti (50% donne, età 48,2 ± 9,9 anni, durata T1D 26,6 ± 9,0 anni). Retinopatia diabetica e nefropatia, fumo attivo e ipertensione erano presenti rispettivamente nel 38%, 12%, 28% e 27%. Complessivamente, il 43% dei pazienti era su statine e il 27% aveva colesterolo LDL <100 mg / dl. Gli utilizzatori di statine erano più anziani e avevano un indice di massa corporea più elevato (BMI), prevalenza di disfunzione renale e ipertensione (p <0,05 per tutti). Tuttavia, tra i CVRF correlati a T1D e classici, solo ipertensione (odds ratio [OR], 2.96, intervallo di confidenza al 95% [CI] 1.48-5.91) e BMI (OR, 1.08; CI, 1.01-1.16) erano indipendentemente associati all’uso di statine in analisi di regressione multipla.

Meno della metà dei pazienti T1D di un ospedale terziario che rispondevano ai criteri per l’uso di statine erano in trattamento. Ipertensione e BMI sono emersi come gli unici CVRF indipendentemente associati alla terapia con statine. Sono necessarie nuove strategie per affrontare meglio la prevenzione della CVD in questa popolazione ad alto rischio.

Pubblicato su Endocrinología, Diabetes y Nutrición del 15 Aprile 2019.